Orfani di Fukushima a Terni: trascorreranno una giornata anche con la Centralmotor rugby. Vedranno Italia-Giappone a Cesena - Tuttoggi

Orfani di Fukushima a Terni: trascorreranno una giornata anche con la Centralmotor rugby. Vedranno Italia-Giappone a Cesena

Redazione

Orfani di Fukushima a Terni: trascorreranno una giornata anche con la Centralmotor rugby. Vedranno Italia-Giappone a Cesena

Ven, 29/07/2011 - 17:20

Condividi su:


Orfani di Fukushima a Terni: trascorreranno una giornata anche con la Centralmotor rugby. Vedranno Italia-Giappone a Cesena

Anche il Rugby Terni parteciperà alle iniziative per l’accoglienza dei bambini di Fukushima ospitati in città dalla Fondazione Aiutiamoli a Vivere. Il 13 agosto, grazie alla collaborazione con la Fir e con Rugbyevents i bambini saranno a Cesena per assistere al test-match tra la Nazionale azzurra e il Giappone. I bambini di Fukushina avranno un’accoglienza speciale e potranno scendere in campo durante l’esecuzione degli inni nazionali. Poi, insieme ad una rappresentanza del Rugby Terni e della Fondazione Aiutiamoli a Vivere parteciperanno al terzo tempo. La partita di Cesena rientra nell’ambito delle iniziative di FriendsForJapan, attraverso le quali il mondo del rugby italiano si è mobilitato a favore delle popolazioni giapponesi colpite dal maremoto e dal disastro nucleare e sarà trasmessa in diretta in Giappone.
“Come Rugby Terni – dice il presidente Alessandro Betti – siamo sempre stati molto attenti alle iniziative nel settore sociale. Per questo ci è sembrato naturale far da tramite tra la Federazione Rugby e la Fondazione Aiutiamoli a Vivere per consentire ai piccoli ospiti giapponesi di vivere una serata che ci auguriamo possa essere straordinaria e che testimonierà una volta di più quali siano i veri valori del nostro sport. Dobbiamo per questo ringraziare della partecipazione entusiastica all'idea Federico Zanni di Rugbyevents e, naturalmente, Fabrizio Pacifici della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, protagonista ancora una volta di un'iniziativa di solidarietà che dà lustro alla nostra città”.


Condividi su:


Aggiungi un commento