Omicidio Katia, Cassazione conferma condanna a 14 anni per Piter Polverini - Tuttoggi

Omicidio Katia, Cassazione conferma condanna a 14 anni per Piter Polverini

Davide Baccarini

Omicidio Katia, Cassazione conferma condanna a 14 anni per Piter Polverini

Respinto il ricorso della difesa che puntava ad uno sconto di pena con l'attenuante della provocazione, il 27enne di San Giustino uccise la donna nel luglio 2016
Mer, 29/01/2020 - 20:20

Condividi su:


Omicidio Katia, Cassazione conferma condanna a 14 anni per Piter Polverini

La Corte di Cassazione si è pronunciata oggi (mercoledì 29 gennaio) sulla condanna di Piter Polverini, il 27enne di San Giustino che nel luglio 2016, a Sansepolcro, uccise a martellate Katia Dell’Omarino.

L’Organo supremo di giustizia ha respinto il ricorso della difesa (gli avvocati Mario Cherubini e Piero Melani Graverini), che mirava ad uno sconto di pena, confermando così i 14 anni di reclusione per l’ex impiegato della Sisal.

Resta dunque l’aggravante della “minorata difesa” mentre è stata negata l’attenuante della provocazione e non riconosciuto il parziale vizio di mente del giovane (i due elementi su cui puntavano i legali di Piter).

Il delitto avvenne la notte tra l’11 e il 12 luglio 2016. Polverini, dopo un rapporto sessuale con Katia, uccise quest’ultima per una questione di soldi (appena 10 euro), malmenandola e finendola con un martello. Il giovane aveva poi spinto il corpo sul greto del fiume Afra, in località Montagna (Sansepolcro).

Polverini aveva già usufruito di uno sconto della pena di 2 anni, dai 16 del primo grado con rito abbreviato ai 14 in appello. Il giovane è attualmente rinchiuso nel carcere di Orvieto, dove fa il cuoco e si è convertito alla fede evangelica.

Aggiungi un commento