NOTTE DEGLI OSCAR (3): CHERI’ SI CONFESSA A TO® “I MIEI NON SANNO COSA FACCIO IN ITALIA”. L’INTERVISTA (Foto e Video)

NOTTE DEGLI OSCAR (3): CHERI’ SI CONFESSA A TO® “I MIEI NON SANNO COSA FACCIO IN ITALIA”. L’INTERVISTA (Foto e Video)

share

L’arrivo della splendida Cherì al ristorante Pecchiarda il segno lo ha lasciato. Tanto fra i machietti che fra le femminuccie. Quelle più intelligenti (le più) hanno salutato cordialmente la sexy star, quelle meno l’hanno snobbata.

Ha la testa sulle spalle questa ragazza che rifugge il porno (non provate a dirle che è una pornostar che va su tutte le furie) ed è tutta per la famiglia. Il fratello Stefano Ovidio non la lascia mai un attimo da sola.

Cherì sa bene che questo è il suo momento magico e si divide fra televisione e striptease. Il grande pubblico ha avuto modo di apprezzarla in Soireè e Matinèe su Rai2 ma anche sulle reti Mediaset (Ciao Darwin) e La7. Ma è partita dai locali del nord, mettendosi in luce la scorsa estate a Porto Cervo quando vinse il consorso Miss Maglietta Bagnata.

Per un soffio ha mancato una parte nel film “L’allenatore nel pallone”: “ho dovuto rinunciare per un viaggio in germania – dice la ragazza – avevo un appuntamento per l’acquisto di una vettura, una Bmw serie 5, nera…..sai io sono bionda”.

Cherì, parlaci di te “Sono nata in Alaska diciannove anni fa. Poi i miei genitori si sono trasferiti in Ungheria a Budapest”

La tua famiglia “Mia mamma è impiegata contabile, papà gestisce invece un bar a Budapest. Poi c’è mio fratello Ovidio che è semrpe con me e Claudio, il più piccolo”.

Quali studi hai fatto? “ho studiato matematica informatica”

Che rapporto hai con la religione? “Sono cristiana ortodossa e credo molto in Dio. Non sono molto praticante ma il mio pensiero è molto spesso rivolto a Dio”

Cosa sognavi di fare da bambina? “La ballerina, adoro la danza e sognavo di andar via per girare i teatri del mondo”

Invece hai scelto l’Italia “Sì lo scorso anno sono arrivata a Padova, ho provato con la lap dance e mi è piaciuto molto”.

Sapevi già di essere un’esibizionista? “No, ma l’idea di esibirmi, di sentire che gli uomini apprezzano il mio corpo, mi piace”.

Come hai conosciuto Schicchi? “Ci ha presentato Mercedes Ambrus”

Com’è lavorare con lui? “Lui è un grande, sa quello che fa e non ti crea mai alcun problema. Anzi, molto spesso ti è vicino come un familiare. Gli voglio un mondo di bene”

Sarai anche tu al Festival dell'Eros di Spoleto? “Certamente, ne avevo sentito parlare da Schicchi ma Paolo stasera mi ha spiegato meglio il programma. Mi sembra una splendida manifestazione, di certo di buon gusto e senza volgarità”

Sei fidanzata? “No, non so neanche se in questo momento ne avrei il tempo”

Ma lo sei stata con uno dei protagonisti del Grande Fratello “Acqua passata”

Perchè è finita? “Perchè non mi capiva, era geloso…voleva persino menare a Schicchi. Eravamo usciti qualche volta, sarà che non ci sono stata….”

Ti manca l’amore? “Oh sì, mi manca molto stare con un uomo che ti tiene per mano e con cui condividi il cammino della vita”

Qual’è il tuo uomo ideale? “Deve essere un ragazzo capace di comprendermi, non mi interessa se bello o brutto, biondo o moro….io ho un carattere forte e non è facile tenermi testa”.

Pensi di farti una famiglia? “Oh sì e voglio almeno due bambini, un maschio e una femmina”

Credi nel matrimonio? “Sì”

I tuoi genitori cosa dicono del tuo lavoro? “I miei non sanno niente, sarebbe difficile per loro comprendere. Sanno che faccio un altro lavoro, come interprete”

Ti preoccupi anche di quello che pensa la gente? “Per niente, ognuno è libero di pensare ciò che vuole e certo non devo render conto agli estranei di ciò che sono e faccio. E’ bello quando parlano di te, sarebbe peggio se non lo facessero”.

Cherì se ne va, accompagnata dal fratello che la porterà al Gradisca dove l'avvenente bionda ha letteralmente mandato in subbuglio il locale.

(Carlo Ceraso)

 

 

Nel video, da youtube, Cherì è la “trasgressiva di giorno” mentre Candy Candy (altra ragazza di Diva Futura) la “trasgressiva di sera”

share

Commenti

Stampa