Niente Tari per i cittadini che vivono a ridosso della discarica di Colognola

Niente Tari per i cittadini che vivono a ridosso della discarica di Colognola

Importanti novità all’interno del Regolamento di applicazione della Tassa sui rifiuti votato in Consiglio, sconti economici anche per le attività commerciali che aderiscono al progetto ‘Vuoto a rendere’

share

Importanti provvedimenti sono stati approvati e adottati dal Consiglio Comunale di Gubbio nella seduta di ieri (martedì 20 marzo). E’ stato votato infatti, dallo schieramento di maggioranza, il Regolamento di applicazione della Tari, che prevede al suo interno due importanti novità.

La prima riguarda i cittadini che vivono a ridosso della discarica di Colognola, i quali non pagheranno la tassa sui rifiuti. “Un atto di forte rilevanza – hanno detto il sindaco Filippo Mario Stirati e l’assessore Alessia Tasso – che ha visto l’impegno delle amministrazioni di Gubbio e Città di Castello, unici due Comuni umbri a non ricevere l’indennità di disagio ambientale”.

E’ una battaglia vinta in sede AURI Umbria e consiste nel fatto che chiunque voglia conferire in discarica deve pagare al Comune una quota media di 5 euro a tonnellata. Il Comune ha poi l’obbligo di spendere e investire le somme per esenzioni tariffarie o interventi ambientali e infrastrutturali nelle aree limitrofe all’impianto

L’altra novità riguarda l’introduzione di sconti economici per le attività commerciali che aderiscono al progetto ‘Vuoto a rendere’. “Questa modifica – aggiungono Stirati e Tasso – è stata inserita anche grazie all’approvazione del Consiglio Comunale di una proposta del gruppo ‘Movimento 5 stelle’, al quale va riconosciuta coerenza istituzionale nel votare favorevolmente il provvedimento”. 

share

Commenti

Stampa