Tassa di soggiorno, nasce l’Osservatorio sul turismo | Le associazioni coinvolte

Tassa di soggiorno, nasce l’Osservatorio sul turismo | Le associazioni coinvolte

Decisa dalla Giunta la composizione dell’organismo previsto dal regolamento sulla tassa di soggiorno, deciderà sulla destinazione dei fondi

share

Nasce l’osservatorio permanente sul turismo, un organismo che ha il compito di monitorare la destinazione delle somme derivanti dall’imposta di soggiorno, gli effetti dell’applicazione della stessa e di valutare eventuali proposte.

L’osservatorio, già previsto nel regolamento dell’imposta ma la cui composizione è stata decisa nell’ultima seduta di Giunta, sarà formato oltre che da rappresentanti dell’Amministrazione, da associazioni rappresentative delle strutture nel campo della ricettività, della ristorazione e del commercio oltre che da esponenti delle associazioni culturali.

Oggetto principale dell’osservatorio la destinazione degli introiti derivanti dall’imposta di soggiorno, istituita al preciso scopo di finanziare gli interventi del Comune per il turismo e la promozione turistica, culturale e sportiva della città e a sostegno delle strutture ricettive ma anche per favorire interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali.

La Giunta ha stabilito i criteri per la nomina dei componenti dell’osservatorio composto da tre rappresentanti dell’amministrazione comunale (il sindaco o suo delegato per la materia del turismo), il dirigente o delegati della Direzione Risorse Finanziarie, dirigente o delegati della Direzione Sviluppo.

Oltre al Comune confluiranno nell’osservatorio le più significative strutture associative di Spoleto rappresentanti dei vari comparti: sono stati individuati il Consorzio degli Operatori Turistici ConSpoleto per il comparto alberghiero, l’Associazione degli agriturismi per il settore dell’extra-alberghiero, la Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) per la ristorazione, l‘Associazione Commercianti di Spoleto per il commercio. Per data di costituzione, numero di iscritti, finalità, rappresentanza della comunità locale e operatività nel settore della valorizzazione del patrimonio culturale e nell’organizzazione di eventi culturali stata scelta l’Associazione Amici di Spoleto in rappresentanza dell’associazionismo culturale.

L’osservatorio comincerà a operare una volta formalizzata l’adesione da parte dei soggetti individuati dalla Giunta.

share

Commenti

Stampa