Mocaiana-Pietralunga "Nuova sospensione lavori gravissima" - Tuttoggi

Mocaiana-Pietralunga “Nuova sospensione lavori gravissima”

Redazione

Mocaiana-Pietralunga “Nuova sospensione lavori gravissima”

Ven, 03/12/2021 - 10:46

Condividi su:


Cgil, Cisl e Uil dell’Alta Umbria insorgono dopo l'ennesimo stop dovuto alla rinuncia dell'impresa aggiudicataria dei lavori "Metteremo in campo tutte le azioni di mobilitazione necessarie a richiamare l’attenzione su questa incompiuta"

Siamo fortemente preoccupati per l’ulteriore stop ai lavori di realizzazione del tratto di strada 219 tra Mocaiana di Gubbio e bivio di Pietralunga“.

Queste le parole di Cgil, Cisl e Uil dell’Alta Umbria dopo aver appreso, nei giorni scorsi, anche tramite l’annuncio del sindaco Stirati in Consiglio (“la situazione si sta evolvendo in maniera molto neagtiva”), che l’impresa aggiudicataria della gara d’asta per i lavori (Collini di Trento, ndr) ha rinunciato poichè ritiene che le risorse previste (54 milioni di euro) non siano sufficienti per la realizzazione dei lavori.

Questo tratto di viabilità, facente parte del collegamento Gubbio E45 Monte Corona, è “fondamentale per lo sviluppo del territorio e per il collegamento infrastrutturale” aggiungono i sindacati – È infatti necessario che vengano superate le criticità messe in evidenza dalla rinuncia della stessa azienda, trovando soluzioni tecniche e giuridiche utili, con una revisione dei prezzi condivisa, perché i lavori possano partire quanto prima. È altresì necessario che Anas e Regione dell’Umbria agiscano in maniera celere e coordinata, affinché vengano riattivate le procedure per l’assegnazione dei lavori”.

Cgil, Cisl e Uil chiedono inoltre che le stesse amministrazioni Comunali di Gubbio, di Umbertide e di Pietralunga attivino tutte le iniziative necessarie. “Riteniamo assurdi e gravissimi i ritardi accumulati per la realizzazione di questo tratto, ormai in empasse da anni (i lavori iniziarono nel 2017, ndr). Insieme alle nostre strutture di categoria, a partire da Fillea Filca Feneal, che rappresentano i lavoratori occupati nei cantieri coinvolti, metteremo in campo tutte le azioni di mobilitazione necessarie a richiamare l’attenzione su questa incompiuta e per sollecitare tutte le soluzioni possibili per lo sblocco delle procedure”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!