Mense scolastiche, il PD "5 lavoratori a rischio licenziamento" - Tuttoggi

Mense scolastiche, il PD “5 lavoratori a rischio licenziamento”

Redazione

Mense scolastiche, il PD “5 lavoratori a rischio licenziamento”

Sarebbero già state attivate le procedure a carico di alcuni dipendenti della Coop. B+
Gio, 20/08/2015 - 09:46

Condividi su:


Mense scolastiche, il PD “5 lavoratori a rischio licenziamento”

Sarebbe già iniziato il procedimento di licenziamento a carico di cinque lavoratori della Cooperativa B+, che gestisce il servizio di ristorazione scolastica nel comune di Spoleto. L’allarme arriva dai Circoli PD dell’Alta Marroggia e di Passo Parenzi ed è amplificato, stando a quello che scrivono i responsabili, dal “silenzio assenzo dell’amministrazione comunale”. “Tale procedimento – recita la nota inviata dai due Circoli – oltre ad essere un ulteriore colpo al già preoccupante problema occupazionale della nostra città, è ancor più dirompente in quanto riguarda lavoratori che prestano servizio nelle mense scolastiche cittadine”. 

A preoccupare Circoli PD è l’eventuale carenza di servizi in caso di licenziamenti. “Non si comprende come mai a poche settimane dall’apertura delle scuole l’amministrazione Cardarelli non abbia dato ancora risposte esaustive ai lavoratori coinvolti in tale vicenda. Ci saranno carenze di servizi? Chi andrà a sostituire il personale ormai qualificato da un’esperienza decennale in questo delicato lavoro per i bambini?”

E ancora: “Perché i lavoratori vengono licenziati se le commesse di lavoro in questo settore non sono diminuite? L’amministrazione ha portato a conoscenza di questo possibile disagio le famiglie e i dirigenti dei vari circoli didattici? Vengono rispettate tutte le clausole del contratto tra l’amministrazione comunale e la cooperativa?”. Queste la domande che i Circoli PD rivolgono all’amministrazione. Stando a quanto risulta, i lavoratori in questione si sarebbero opposti alla richiesta di diventare socie della Cooperativa, sostenendo che il contratto con il quale vennero assunti li sottoporrebbe a particolari tutele.


Condividi su:


Aggiungi un commento