L’Università si amplia in via del Giochetto

L’Università si amplia in via del Giochetto

Inaugurati i nuovi spazi per il polo Biologico-Biotecnologico


share

Inaugurati dal rettore Franco Moriconi i nuovi spazi del polo Biologico-Biotecnologico di via del Giochetto. Si tratta del completamento del primo piano Edificio A con la realizzazione di spazi per la didattica, la ricerca, lo studio e  la segreteria dei corsi di laurea. Sono intervenuti, oltre al rettore, i professori Fausto Elisei, direttore del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie, Roberto Venanzoni, presidente Intercorso di laurea e di Laurea magistrale di area biologia e naturalistica, Carla Emiliani presidente corso di Laurea in Biotecnologie, e l’ingegnere Fabio Piscini, dirigente della Ripartizione tecnica dell’Ateneo con il personale che ha contribuito alla progettazione.

Gli studenti avranno a disposizione nuovi spazi per lo studio, la segreteria, la didattica, anche con un’ aula 3.0, e laboratori altamente specializzati per le esercitaioni e la ricerca – ha sottolineato il rettore Moriconi -. Si compie così un ulteriore e significativo passo per l’adeguamento delle strutture didattiche presenti in Via del Giochetto e il miglioramento dell’offerta di servizi per gli studenti, per ricercatori e docenti, per il personale. L’attenzione per i servizi per gli studenti e per la didattica sono aspetti che caratterizzano il mio mandato, ormai alla conclusione: tutto quello che abbiamo fatto, mi piace ricordarlo, lo abbiamo fatto tutti insieme, con tutte le componenti degli organi dell’Ateneo. Ma desidero anche evidenziare altri settori in cui c’è stata grande attenzione nel corso di questo mandato: la ricerca, con i dati che attestano che siano rimasti in posizione ottimale, e l’internazionalizzazione: il 5% dei nostri studenti sono stranieri, testimonianza di un’azione significativa su questo fronte”, ha concluso Moriconi che ha ringraziato il professor Venanzoni per l’impegno e l’Ufficio tecnico dell’Ateneo che ha realizzato l‘intervento. Si tratta di 300 metri quadrati con servizi e accesso anche per studenti disabili, spazi per la didattica e lo studio, presidenza, servizi per studenti e docenti esterni, laboratori altamente specializzati, camera fredda.

Il completamento del primo piano – ha aggiunto il professor Venanzoni – rappresenta un ulteriore passo in avanti per l’ampliamento delle strutture didattiche trasferite da via Elce di sotto e la riqualificazione dell’offerta di servizi per gli studenti dell’Intercorso di Laurea e di Laurea magistrale di area Biologica e Naturalistica  a cui fanno riferimento gli iscritti ai corsi di Laurea in Scienze Biologiche e alle Magistrali di Biologia e Scienze e Tecnologie naturalistiche e ambientali”.

Ringrazio il rettore Moriconi in quanto ha investito una parte considerevole del bilancio per continuare a sviluppare Monteluce, una parte della città bellissima, dove ora abbiamo spazi che dobbiamo utilizzare in maniera adeguata – ha detto il direttore Elisei -. Nel futuro ci sarà bisogno di ulteriori investimenti per altri edifici dell’area: è importante che ci sia una politica di sviluppo di questo territorio, dopo che l’ospedale se ne è andato. Il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie sta aumentando il numero degli studenti: c’è grande impegno da parte di chi organizza i corsi di laurea e di chi fa attività di ricerca. Siamo un Dipartimento di Eccellenza e questo ci aiuta – ha concluso il professor Elisei -: gli studenti, per trovare qualità elevata degli studi, non devono andare necessariamente fuori Perugia e lo stesso Ministero certifica il nostro Dipartimento come ambito in cui l’attività di ricerca è estremamente valida”.

share

Commenti

Stampa