LO "SPOLETO BALLET" A GENOVA PER LE PROVE DELLO SPETTACOLO DI ALBERTO TESTA "IL VALORE DI UNA VITA" - Tuttoggi

LO “SPOLETO BALLET” A GENOVA PER LE PROVE DELLO SPETTACOLO DI ALBERTO TESTA “IL VALORE DI UNA VITA”

Redazione

LO “SPOLETO BALLET” A GENOVA PER LE PROVE DELLO SPETTACOLO DI ALBERTO TESTA “IL VALORE DI UNA VITA”

Gio, 23/06/2011 - 11:37

Condividi su:


La nuova compagnia “Spoleto Ballet”, creatura della Settimana Internazionale della Danza, sta muovendo i suoi primi passi. Infatti tutti i componenti del Corpo di Ballo si sono ritrovati a Genova presso la sede del Russian Ballet College per iniziare le prove dello spettacolo il “Valore di una Vita” di Alberto Testa, che debutterà in prima assoluta nell'ambito della 54° edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto il 10 luglio alle ore 16.00 presso il Teatro Nuovo. Innanzi tutto, sono doverosi i ringraziamenti al Russian Ballet College che ha messo a disposizione le sue sale e il suo college per ospitare i giovani danzatori, anzi giovanissimi, scelti tra premiati e vincitori del Concorso Internazionale di Danza Città di Spoleto. Insieme a loro sono presenti i coreografi Paolo Mongelli, Laura Martorana, Irina Kashkova e lo stesso Alberto Testa. Lezioni, prove, ancora lezioni e ancora prove compongono il menù artistico della giornata che inizia alle 8 di mattina e termina in tarda serata. Tutti sono comunque sereni tranquilli e consapevoli di essere gli attori principali di un grande evento. “Il lago dei Cigni”, le danze di carattere, il bellissimo valzer del “Gattopardo”, i Balletti Russi di Diaghilev non sono che una parte delle coreografie che i ragazzi stanno imparando.
Nel frattempo in quel di Assisi, e più precisamente al Teatro Lyrick, gentilmente concesso dall'Amministrazione Comunale, i registi Paolo Cardinali e Massimiliano Siccardi, nonchè ideatore e realizzatore della parte audiovisiva, il M° Marco Melia (colonna sonora) e i tecnici stanno ultimando i preparativi per le prove generali. Infatti la “Compagnia” si trasferirà dal 7 luglio ad Assisi per allestire l'intero spettacolo. Spettacolo che non sarà il solito gala, troppi e tutti uguali, ma una “pièce”, un racconto vero e proprio, un viaggio tra immagini e balletti che interagiscono tra di loro. Un omaggio ad Alberto Testa, alla sua figura di danzatore, di coreografo, di storico e di critico della danza. Un omaggio alla Danza con la “D” maiuscola interpretata dai suoi “giovani” .

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!