Linee telefoniche fuori uso da oltre 15 giorni, frazioni ancora "isolate" dopo alluvione - Tuttoggi

Linee telefoniche fuori uso da oltre 15 giorni, frazioni ancora “isolate” dopo alluvione

Davide Baccarini

Linee telefoniche fuori uso da oltre 15 giorni, frazioni ancora “isolate” dopo alluvione

Lun, 03/10/2022 - 11:07

Condividi su:


Torna a ripetersi l'annoso problema del buranese (Gubbio), nel 2021 segnale restò assente per 23 giorni | L'alluvione del 15 settembre ha spazzato via numerosi tralicci e telefono non funziona da allora

Linee telefoniche fuori uso da oltre 15 giorni. L’annoso problema del buranese (Comune di Gubbio) è tornato per l’ennesima volta a vessare questa zona al confine con le Marche, soprattutto dopo la terribile alluvione dello scorso 15 settembre.

E’ proprio da allora che – anche a causa di numerosi tralicci spazzati via dalla furia dell’acqua – le frazioni di San Bartolomeo, Santa Maria di Burano, Salia e Morena non hanno più la linea fissa funzionante, con tutte le conseguenze del caso per le attività economiche e le varie emergenze, soprattutto di salute.

Stessi problemi anche per la linea mobile, che in quest’area è da sempre precaria: i segnali di Vodafone e Tim (che di fatto coprono solo la zona di San Bartolomeo), sono scomparsi proprio lo scorso 15 settembre: il primo è poi stato ripristinato pochi giorni dopo, mentre a coloro che hanno Tim non è ancora riapparsa una “tacca” sul cellulare da più di due settimane.

I buranesi, visto il perdurare della situazione, si sono rivolti anche all’avvocato Fabio Antonioli, che a questo punto, visto il perdurare del disservizio, potrebbe intraprendere anche un’azione legale contro i gestori delle linee telefoniche. Non è escluso che il rappresentante degli abitanti possa avanzare pure una richiesta di risarcimento, soprattutto per alcune attività costrette a ricevere prenotazioni su Messenger o Instagram. Senza tralasciare le numerose persone anziane, alcune malate, che hanno bisogno di cure domiciliari e di poter parlare con medici e personale infermieristico (problemi che si erano moltiplicati nel 2020 durante l’ondata di Covid-19).

Un anno fa i residenti avevano lanciato perfino una petizione “contro l’incuria delle zone rurali” che, oltre a citare il caso della linee telefoniche (rimaste fuori uso per 23 giorni nel 2021), sottolineava pure le pessime condizioni e lo stato di abbandono della strada provinciale 208 (gestita dalla Provincia), oggi devastata ancora di più con l’arrivo dell’alluvione (che ha lasciato ben 16 frane). Fortunatamente è stato annunciato che a breve partirà la gara, per lavori che ammontano a circa 3 milioni di euro.

La difficile situazione del buranese, dai telefoni “muti” ai danni del maltempo, è stata citata anche dal sindaco Filippo Stirati nell’ultimo Consiglio comunale, che ha comunque promesso “vicinanza e sostegno concreto” nonostante le numerose difficoltà logistiche e burocratiche a vari livelli.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!