"Legnini si adoperi per i Piani di ricostruzione", appello delle Comunanze agrarie

“Legnini si adoperi per i Piani di ricostruzione”, appello delle Comunanze agrarie

Redazione

“Legnini si adoperi per i Piani di ricostruzione”, appello delle Comunanze agrarie

Dopo la bufera per le intercettazioni sul caso Palamara, le Comunanze agrarie di Norcia difendono il commissario alla ricostruzione Giovanni Legnini
Mer, 03/06/2020 - 17:40

Condividi su:


“Legnini si adoperi per i Piani di ricostruzione”, appello delle Comunanze agrarie

E’ finito al centro di polemiche dopo la pubblicazione di alcune intercettazioni sul “caso Palamara“, l’inchiesta portata avanti dalla Procura di Perugia. Ma Giovanni Legnini (che comunque non risulta indagato nella vicenda al contrario di quanto inizialmente riportato), attuale commissario straordinario alla ricostruzione, incassa la fiducia delle 16 Comunanze agrarie di Norcia.

Gli organismi territoriali nursini hanno voluto diramare una nota “in sostegno del Commissario Giovanni Legnini“. Nessun riferimento ufficiale alle vicende degli ultimi giorni, ma le Comunanze evidenziano che “qualsiasi attacco e critica, specialmente se politica ed estranea ai compiti che il Commissario sta attualmente assolvendo, deve essere evitata del tutto in un momento così delicato per il territorio nursino, alle prese con l’emergenza Covid-19 nell’emergenza ricostruzione”.

Le Comunanze, dopo un evidente cambio di passo nella delicata attività di ricostruzione, – scrivono nella nota a firma del presidente del consorzio delle Comunanze, Roberto Pasqua – sentono di esprimere sentitamente la propria vicinanza al Commissario per l’importante lavoro svolto, in così poco tempo, a favore delle comunità colpite dal sisma del Centro Italia in tutto il cratere”.

Da Legnini svolta alla ricostruzione

In particolare, le Comunanze auspicano una continuazione del lavoro e dell’attività, così come portata avanti dal Commissario Legnini in questo breve periodo con competenza e professionalità. L’emblema di tale svolta è evidente con l’Ordinanza 100, in tema di semplificazione e snellimento delle procedure burocratiche, nell’interesse di tutti gli attori che partecipano all’attività di ricostruzione (imprese, tecnici, proprietari di abitazioni). In aggiunta, il dialogo nei rapporti con le istituzioni locali e con le rappresentanze che si è venuto a creare è decisamente proficuo, incline
all’ascolto e alla cooperazione.

Le aree all’interno del Parco dei Sibillini

Si invita e si chiede, allora, al Commissario Legnini un impegno risolutivo per approvare, nel più breve tempo possibile, i Piani di Ricostruzione (di cui al D.L. 123/2019 come convertito con L. 156/2019): questi ultimi, nelle aree soggette a vincolo paesaggistico come quelle nursine rientranti nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, permetteranno il superamento di numerosi ostacoli nella ricostruzione pesante, così da consentire la possibilità di modificare le sagome dei fabbricati gravemente danneggiati. Altrimenti, senza di essi, una parte della ricostruzione privata rimarrebbe di difficile attuazione. Nella riconferma di stima e di fiducia nella figura e nell’operato del Commissario Legnini, le Comunanze Agrarie esprimono con forza il proprio sostegno per un efficiente prosieguo del mandato”.

(modificato alle ore 9.50 del 6/06/2020)


Condividi su: