Lega Terni “Pugno di ferro contro accattonaggio e parcheggiatori abusivi”

Lega Terni “Pugno di ferro contro accattonaggio e parcheggiatori abusivi”

Atto di indirizzo proposta dalla Lega

share

Pugno duro della Lega contro accattonaggio molesto e parcheggiatori abusivi a Terni. È tutto contenuto nell’atto di indirizzo depositato a firma del consigliere comunale Lega, nonché capogruppo in Regione Umbria, Emanuele Fiorini, insieme al consigliere comunale Lega, Doriana Musacchi, e sottoscritto dai colleghi leghisti Cristiano Ceccotti, Francesco Pocaforza, Paola Pincardini, Monia Santini, Sergio Armillei, Paolo Cicchini, Anna Maria Leonelli, Sara Francescangeli e Giulia Silvani, Devid Maggiora e Leonardo Bordoni.

Nell’atto si chiede a sindaco e giunta di emanare un’ordinanza valida su tutto il territorio comunale al fine di scongiurare il fenomeno dell’accattonaggio molesto e quello dei parcheggiatori abusivi, attività che spesso nascondono situazioni ancora più gravi di racket e sfruttamento.

Tuttoggi si era occupato precedentemente del problema con due inchieste: la prima proprio riguardante il problema dei parcheggiatori abusivi; la seconda, invece, il problema dell’accattonaggio. 

“L’accattonaggio spiega Fiorini è una vera e propria professione che sfrutta i soggetti deboli, spesso anche minori. Esistono criticità da debellare nei pressi di supermercati, bar e altri esercizi pubblici, dove si trovano persone che esercitano il mestiere di “accompagnatore dei carrelli della spesa”, insistenti nel chiedere denaro soprattutto nei confronti di donne e anziani”.

Il documento punta anche ad eliminare la piaga dei parcheggiatori abusivi: “Presso il parcheggio dell’ospedale, in quello degli uffici Asl di via Bramante, al parcheggio della stazione e in altre zone prosegue Fioriniservono interventi mirati ad assicurare l’ordine, la legalità e la sicurezza dei cittadini. La pratica di parcheggiatore abusivo, perpetrata nella maggior parte dei casi da stranieri, è accompagnata da insistenza e spesso anche da aggressioni verbali ai malcapitati automobilisti”.

E’ arrivato il momento di dire basta: “I cittadini di Terni hanno il diritto di parcheggiare dove vogliono senza essere disturbati e di fare la spesa senza dover sborsare soldi per prendere un carrello”.

share

Commenti

Stampa