Le Pagelle di Giostra di Sergio Villa / In esclusiva per Tuttoggi.info i giudizi del tecnico ufficiale della Quintana - Tuttoggi

Le Pagelle di Giostra di Sergio Villa / In esclusiva per Tuttoggi.info i giudizi del tecnico ufficiale della Quintana

Redazione

Le Pagelle di Giostra di Sergio Villa / In esclusiva per Tuttoggi.info i giudizi del tecnico ufficiale della Quintana

Mer, 18/09/2013 - 02:47

Condividi su:


Le Pagelle di Giostra di Sergio Villa / In esclusiva per Tuttoggi.info i giudizi del tecnico ufficiale della Quintana

Anche per questa edizione Tuttoggi.info vi propone in esclusiva le attesissime Pagelle di Giostra di Sergio Villa, il tecnico ufficiale dell'Ente Giostra della Quintana, che cura il commento al Campo de li Giochi insieme allo speaker Mauro Silvestri.

Da premettere che – come precisato dallo stesso Villa – il voto tiene conto di tutta una serie di elementi tecnici, e non solo della classifica finale.
Massimo Gubbini – Giotti = 10
Ancora una volta voto 10 per aver montato benissimo, riesce a mantenere un perfetto assetto in curva, dimostrando di avere inforcatura e sensibilità di ottimo livello. La sua sicurezza lo porta ad entrare nella curva del palco figuranti dopo aver fatto la dirittura delle gradinate, senza minimamente accorciare l’andatura. Ritengo sia il più forte cavaliere di giostra di tutti i tempi.

Daniele Scarponi – Croce Bianca = 6.5
E' stato bravo nel montare Big More sicuramente difficile da gestire, ma non attento in occasione dell’abbattimento della bandierina interna al termine della diagonale, dove un cavaliere esperto come lui deve assolutamente intervenire e non subire gli spostamenti usuali del cavallo.

Luca Innocenzi – Contrastanga = 7
Ha condotto una gara regolare senza commettere errori e mettendoci il massimo impegno. Con le sue condizioni fisiche ed in più dopo avere perso il cavallo che lo accreditava tra i favoriti, non si poteva pretendere di più.
Francesco Scattolini – Cassero = 5
E stato fatto un passo indietro rispetto all’edizione di giugno 2013, dove aveva fatto vedere grandi cose. La giostra è una corsa difficile e solo con il decorso del tempo si vede chi è veramente forte. Anche il cavallo di gara si è dimostrato in leggera flessione e a parte eventuali problemi fisici che non conosco, è importante che la forma sia sempre crescente sino al giorno della gara, e se questo non avviene il cavaliere deve rivedere qualcosa nella preparazione.

Luca Veneri – Morlupo = 6
Non credo che potesse fare di più, inoltre l’infortunio nella seconda tornata gli ha impedito di fare la terza e terminare con tutti gli anelli in lancia. E’ comunque un cavaliere che sa stare in gara con tutte le caratteristiche tecniche per lottare con i migliori.

Lorenzo Paci – La Mora = 7
Utilizzando tutta la sua bravura tecnica, ha portato a termine una quintana senza errori ed ottenendo il massimo di quello che poteva ottenere, visto anche il suo stato fisico non perfetto. Inoltre la scomparsa di Scheggia nel vento completa il quadro delle attenuanti. Da domani bisogna cercare un cavallo competitivo per il 2014.

Cristian Cordari – Ammanniti = 4

La sua prima ed ultima tornata è da cancellare, dimostrando di non aver saputo mettere a punto la preparazione per una gara difficile come la Giostra della Quintana ed allargando il divario con i migliori.

Matteo Martelli – Badia = 5,5

Pur disponendo di un cavallo buono e veloce, non è riuscito a mantenere un ritmo di gara elevato su tutte e tre le tornate. Il calo nella terza tornata appare ingiustificato facendosi superare da Innocenzi, e girando a 56,83. Nitro Horse è apparso un cavallo che può lottare per le prime posizioni, mentre Martelli non ha dato la stessa sensazione.

Gianluca Chicchini – Spada = 9
E' stato molto bravo, ha montato benissimo e con grande determinazione. Come avevo già avuto modo di dire Gianluca è bravissimo nel preparare fisicamente i cavalli e questa volta ha montato alla grande e solo la presenza di Gubbini gli ha impedito la vittoria. Se ha questa determinazione è giusto che continui a gareggiare anche nel 2014.

Michelangelo Fondi – Pugilli = 4
Gli errori sugli anelli da 6 centimetri non trovano giustificazione tecnica né attenuanti. Inoltre il tempo impiegato è inadeguato ad una gara che si basa sulla velocità. Dispiace, ma non c’è proprio nulla da salvare.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!