LE ISTITUZIONI INCONTRANO GLI ALUNNI DELLE SCUOLE ELEMENTARI (foto) - Tuttoggi.info

LE ISTITUZIONI INCONTRANO GLI ALUNNI DELLE SCUOLE ELEMENTARI (foto)

Redazione

LE ISTITUZIONI INCONTRANO GLI ALUNNI DELLE SCUOLE ELEMENTARI (foto)

Sab, 19/12/2009 - 14:32

Condividi su:


Un piccolo opuscolo per spiegare il Consiglio comunale ai bambini delle scuole elementari. Una medaglia con inciso lo stemma del Comune di Spoleto. Il Sindaco Daniele Benedetti, insieme al Presidente del Consiglio comunale Stefano Lisci, ha incontrato in questi giorni gli alunni delle scuole elementari di Spoleto per sapere direttamente da loro le cose da migliorare per la città e per consegnare loro un piccolo opuscolo sul funzionamento delle istituzioni. Un'occasione per parlare con i più piccoli, fargli conoscere il Consiglio comunale e la Giunta, ridurre la distanza con le giovani generazioni aprendo a modalità di confronto nuove, non mediate per capire e comprendere meglio la città vista con gli occhi di un bambino.

Incontri, quelli tenuti mercoledì e giovedì scorso nelle scuole di Cortaccione, San Giacomo, Beroide, Villa Redenta, Corone e via Cerquiglia (il programma continuerà anche lunedì 21 dicembre con le visite alle scuole di San Giovanni di Baiano e San Martino in Trignano) che sono stati per i bambini anche un'occasione, curiosa ed interessante, per rivolgere al Sindaco e al Presidente del Consiglio comunale alcune semplici domande sul loro ruolo istituzionale: sapere quanto è difficile fare il sindaco, il perché di una scelta così impegnativa, come funziona un consiglio comunale, sono state le domande più ricorrenti nel corso degli incontri.

Un confronto che è continuato nella giornata di ieri durante la seduta del Consiglio comunale dei Bambini, a cui hanno preso parte anche l‘assessore alla Scuola e formazione Battistina Vargiu, l'assessore ai Lavori Pubblici Paolo Proietti e l'assessore alla Pianificazione Urbanistica Juri Cerasini. Dopo il saluto del Sindaco e del Presidente del Consiglio e le parole di apprezzamento dell'assessore Vargiu nei confronti del lavoro fatto all'interno della Scuole in favore del Consiglio dei Bambini, i giovani consiglieri hanno illustrato le richieste ed i suggerimenti per il miglioramento non solo delle strutture scolastiche, ma anche della città. Tra le richieste quelle di un adeguamento e di una sistemazione degli arredi e dei giochi nei cortili delle scuole, la tinteggiatura dei muri esterni, aule per esercitazioni informatiche e l'utilizzo nelle mense di piatti e bicchieri di plastica e stoviglie lavabili. Molte le poesie in rima lette dai bambini sulla bellezza della città e l'orgoglio di essere cittadino di Spoleto. Anche agli alunni che fanno parte del Consiglio comunale dei Bambini è stato consegnato un libricino illustrato di educazione civica che spiega ruolo, funzione e composizione del Consiglio comunale.

Questi i nomi dei bambini che fanno parte del Consiglio di questo anno: Cristina Antonelli, Simone Gennenzi, Giulia Conti, Alberto Marcolini, Alessia Del Sole, Veronica Chiocca, Gabriele Garcìa, Chiara De Angelis, Federico Fanelli, Rebecca Flamini, Vincenzo D'Onofrio, Nicolò Mattia Chianese, Teresa Enrico, Camilla Caputo, Andrea Colangeli, Edoardo Marinangeli, Benedetta Argentati, Francesca Venia, Giacomo Santeramo.

Dal 2005 il Consiglio dei Bambini si riunisce ogni mese, in orario extrascolastico, ed elabora proposte su come vivere meglio la città, in particolare per quanto riguarda i bisogni dei bambini. Il Consiglio ha sede stabile presso il Centro di documentazione “Il guscio della chiocciola ” presso il centro infanzia “il Glicine” in Viale Martiri della Resistenza. Il Consilio dei bambini, composto da 24 rappresentanti di dodici diverse classi delle scuole elementari della città, è una forma di partecipazione educativa per apportare suggerimenti e contributi efficaci per migliorare il governo della città. È anche un'esperienza di partecipazione che permette di sviluppare senso civico. Il consiglio dei bambini si svolge in collaborazione con le scuole primarie (quarta e quinta). I consiglieri vengono nominati all'interno delle loro classi, hanno un mandato di due anni e vengono sorteggiati tra coloro che si “candidano” volontariamente . Il consiglio svolge le sue attività da ottobre a maggio riunendosi una volta al mese. Nel periodo intermedio agli incontri, i bambini comunicano ai loro compagni di scuola i temi trattati nella commissione e raccolgono opinioni e proposte.


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!