Lavoro di squadra per salvare l'anziana. All'opera un impiegato del comune, un'infermiera ed un carabiniere

Lavoro di squadra per salvare l'anziana. All'opera un impiegato del comune, un'infermiera ed un carabiniere


share

Abbiamo ricevuto in redazione il racconto di quanto accaduto domenica la Trasimeno dalla viva voce dei partecipanti al asalvataggio di un'anziana di Tavernelle che aveva tentato di togliersi la vita. 

A passeggio sul lungolago castiglionese nella zona del pontile degli Spagnoli, proprio vicino al pontile principale dove s'imbarcano i traghetti si trovava Antonio Meoni, geometra del Comune di Castiglione del Lago,  con in braccio la figlia di 11 mesi, Antonio ha visto una signora che stava annegando nelle acque del lago Trasimeno e senza indugio si è buttato per trarla in salvo. 

Non ha esitato un attimo, ha lasciato la figlia fra le braccia di una turista che come lui passava lì per caso ed è corso a salvare l'anziana signora.
Da solo e con grande forza d'animo ha portato fino a riva la donna. Qui sono venuti in aiuto ad Antonio due turisti, fra i quali una ragazza infermiera che ha prestato il primo soccorso alla donna, originaria di Tavernelle. A chiamare il 118 alcuni passanti. A questo punto è arrivato il carabiniere Emiliano Sangiorgio che con grande abilità investigativa ha frugato nelle tasche dell'anziana trovando alcune scatole di tranquillanti, permettendo così ai sanitari di portare avanti un intervento più mirato ed efficace.

L'anziana, ricoverata al Santa Maria della Misericordia di Perugia, è in buone condizioni fisiche.

share

Commenti

Stampa