‘L’altrapagina’ accusa “Da Polisport regali a giornalisti”, Asu segnala a Odg “Notizia falsa”

‘L’altrapagina’ accusa “Da Polisport regali a giornalisti”, Asu segnala a Odg “Notizia falsa”

L’Associazione Stampa Umbra a fianco dei colleghi tifernati screditati da un articolo del mensile, “Contenuti privi di fondamento”

share

Ha alzato un gran polverone mediatico un articolo (foto principale) recentemente pubblicato dal mensile locale “L’altrapagina”. Sotto il titolo “La tessera della vergogna”, con l’eloquente occhiello “Polisport – Regalie alle testate giornalistiche locali”, il pezzo parla di una presunta consegna ai giornalisti dell’ufficio stampa del Comune e a tutte le testate di informazione tifernati “(meno quella che ha redatto l’articolo)”, di tessere per l’accesso gratuito alle piscine comunali gestite, appunto, dalla suddetta società partecipata.

Ad esprimere solidarietà e vicinanza ai colleghi di Città di Castello, “ingiustamente offesi e screditati con l’attribuzione di fatti e comportamenti totalmente destituiti di verità”, si è scomodata addirittura l’Associazione Stampa Umbra, che ha parlato di “notizia falsa, smentita dallo stesso presidente di Polisport, ma accreditata con particolari inventati e condita con giudizi inaccettabili sui colleghi, dipinti agli occhi dell’opinione pubblica come operatori dell’informazione privi della necessaria deontologia professionale per essersi prestati a una regalia che, nella realtà, nessuno ha offerto e nessuno ha, quindi, potuto accettare o rifiutare”.

Venendo meno, essa sì, alle leggi e ai principi deontologici che obbligano al rispetto della verità sostanziale dei fatti, ai doveri della lealtà e della buona fede, alla verifica delle informazioni, “L’altrapagina” si è presa la grave responsabilità di mettere in discussione l’operato serio e rispettabile dei giornalisti tifernati

L’Asu ha così provveduto a segnalare l’accaduto all’Ordine dei Giornalisti per le dovute valutazioni.

share

Commenti

Stampa