LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO PASSA ATTRAVERSO L'ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA VALNERINA

LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO PASSA ATTRAVERSO L'ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA VALNERINA

share

A qualche giorno di distanza dalla chiusura del road show che ha visto la Valnerina protagonista nel vicentino, l'Associazione dei Comuni della Valnerina, organizzatrice dell'evento, stila il bilancio dell'evento. Un'analisi profonda di quegli che erano i principali elementi del format, sulla base della quale l'ente opererà anche in futuro. Di seguito una sintesi dell'analisi conclusiva.

Il profilo del consumatore. La mostra iconografica allestita nel grande centro commerciale Le Piramidi ha richiamato un notevole flusso di visitatori. L'associazione parla di 50.000 contatti diretti, ovvero di un pubblico-consumatore formato, per lo più, da famiglie, coppie e singoli alla ricerca di soggiorni- vacanza di tre o quattro giorni da fare in coincidenza di ponti o festività, con una predilezione per i mesi primaverili e il primo autunno.

La proposta. Durante l'evento sono stati presentati, per la prima volta, il catalogo dell'offerta dell'ATV, associazione che raccoglie gli operatori della piccola ricettività e la carta territoriale, prodotti andati a ruba a dimostrazione dell'interesse del bacino veneto per la ricettività rurale- ambientale che la regione Umbria, e all'interno di questa la Valnerina, promuove. Molto interesse, comunque, per tutte le brochures informative sull'Umbria e la Valnerina, con un particolare successo per i poster realizzati dall'Associazione dei Comuni, il cui maggiore pregio sta non tanto nella freschezza della tipologia promozionale, quanto nella capacità delle immagini proposte di rendere il “volto umanizzato” del paesaggio. Molti dei visitatori della mostra iconografica hanno affermato di esser già stati in Umbria e di volerci tornare andando, però, alla scoperta di nuove località. E la proposta dell'Associazione dei Comuni altro non è stata, in fondo, quella di “venire in Umbria e scoprire la Valnerina oppure venire in Valnerina e da qui partire per scoprire l'Umbria”.

La location. Anche dal punto di vista organizzativo l'Associazione dei Comuni esprime soddisfazione per i risultati ottenuti. Essere inseriti in un centro commerciale di grandi dimensioni ed affluenza, come Le Piramidi, consente di farsi conoscere da un vasto pubblico perché dà ampia visibilità, non solo da parte del consumatore finale. Altri centri commerciali del vicentino hanno, infatti, proposto all'Associazione dei Comuni di organizzare un evento promozionale simile nei propri spazi. Un'importante dimostrazione di riconoscimento dell'operato svolto.

La comunicazione. Dal punto di vista informativo, la stampa e le tv del nord est hanno dedicato ampio spazio all'evento ma anche alla Valnerina, dandone copertura nella provincia di Vicenza e in quelle di Mantova, Padova, Verona e Brescia. Ciò non solo grazie alla presenza dei media nello spazio espositivo, ma anche alla cena di gala riservata ai giornalisti che ha permesso a questi ultimi di conoscere i prodotti tipici della Valnerina e dell'Umbria.

L'intermediazione. Per quanto riguarda le agenzie di viaggio, l'Associazione dei Comuni rileva che il rapporto con l'intermediazione deve superare i tradizionali modelli organizzativi, come i workshop, per prediligere contatti mirati, i quali, tuttavia, richiedono non la presentazione dell'area e delle strutture in termini generali, ma la proposta di un prodotto, ovvero un soggiorno, già confezionato, in cui siano ben definiti i giorni di permanenza, le tipologie ricettive, le attività proposte ed il costo. L'agenzia, insomma, non intende più costruire il pacchetto turistico per il consumatore finale, ma presentare a quest'ultimo un pacchetto già pronto.

L'evento, insomma, ha dato concretezza a quelli che sono gli obiettivi dell'Associazione dei Comuni della Valnerina, ovvero la promozione del territorio, nella sua complessità, con una particolare attenzione ai prodotti turistici meno noti e quindi ancora ampiamente sottoutilizzati ed è stato finalizzato, allo stesso tempo, a mettere in pratica quello che il presidente dell'Associazione, Angelo Gentili, afferma essere il suo motto, ovvero “portare il territorio tra la gente, per riportare la gente sul territorio”. Nell'organizzazione dell'evento, l'Associazione dei Comuni ha potuto contare anche sul contributo di Consorzio BIM Nera- Velino, Banca Popolare di Spoleto, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto e Camera di Commercio di Perugia. Nei prossimi mesi il road show verrà ripetuto in altre aree del territorio nazionale, tra cui la città di Roma, dalla cui provincia provengono molti dei turisti che affollano la Valnerina nei periodi di vacanza.

share

Commenti

Stampa