La prima sconfitta della Sir costa la Coppa Italia, in finale va Piacenza (3-0)

La prima sconfitta della Sir costa la Coppa Italia, in finale va Piacenza (3-0)

Massimo Sbardella

La prima sconfitta della Sir costa la Coppa Italia, in finale va Piacenza (3-0)

Sab, 25/02/2023 - 17:05

Condividi su:


Block Devils traditi dal servizio, che premia Simon e compagni: primo set finisce 30-28, poi Perugia si fa rimontare 6 punti per cedere di schianto nel terzo set

E’ una sconfitta che brucia la prima in questa stagione per la Sir, perché costa la finale di Coppa Italia. Dopo 33 vittorie di fila in altrettante partite i Block Devils si arrendono 3-0 a Piacenza, una delle squadre più in forma del momento, traditi da quella che solitamente è la loro arma in più, il servizio (23 errori, con 5 ace).

La partita

Parte insolitamente forte la Sir, che però viene raggiunta da Piacenza, che mette la freccia (11-10) con l’ace di Brizard. Un altro ace dall’altra parte, di Giannelli, e il muro riportano la parità (23-23). Si va ai vantaggi in questo lunghissimo set, con la Sir che ha 3 palle set, ma Leon sbaglia l’attacco vincente e una doppia giocata di Brizard (la prima un ace) danno il primo punto a Piacenza 30-28.

La Sir si presenta con Semeniuk al servizio, che piazza l’ace del 2-0. I Block Devils allungano a +6, ma Piacenza alza il muro e si porta a -2. Sul turno al servizio di Gironi (un ace per lui) Piacenza passa in vantaggio. E con una serie di ace (Brizard, Lucarelli, Simon) si prende anche il secondo set 20-25.

La Sir per la prima volta in questa stagione si trova sotto di 2 set. Il servizio, solitamente l’arma micidiale dei Block Devils, sta invece premiando i ragazzi di Botti.

Il terzo set inizia in equilibrio, con l’ace di Brizard e gli errori di Perugia che portano Piacenza sul +3 (10-7). I Block Devils provano a reagire, ma pesano i palloni sbagliati dai 9 metri. L’ace, finalmente, di Leon porta la Sir a -1 (17-16). Ace dello scatenato Simon (21-18). Leon sbaglia l’attacco dopo un doppio salvataggio di qua e di là dalla rete (23-20). Ace di Leal (24-20). L’ace di Herrera (24-22) tiene viva la speranza per la Sir. Ma al secondo tentativo del cubano la palla finisce in rete e Piacenza si prende set, partita e la semifinale della Coppa Italia.

La prima sconfitta per la Sir costa la Coppa Italia. La Sir, campione del mondo, ha ancora trofei importanti da conquistare in questa stagione. Ma questa battuta d’arresto deve essere un monito: mai abbassare la guardia, anche per chi, finora, ha dominato in Italia e fuori dai confini nazionali.

Sir Safety Susa Perugia – Gas Sales Bluenergy Piacenza 0-328-30; 20-25; 22-25

SIR SAFETY SUSA PERUGIA: Giannelli 2, Rychlicki 11, Russo 4, Flavio 7, Leon 8, Semeniuk 9, Colaci (libero), Plotnytskyi 4, Herrera 1, Ropret, Piccinelli (libero). N.e.: Cardenas, Solè, Mengozzi. All. Anastasi, vice all Valentini.23 b.s., 5 ace, 33% ric. pos., 10% ric. prf., 41% att., 10 muri.

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Brizard 5, Romanò 13, Simon 10, Caneschi 5, Leal 6, Lucarelli 6, Scanferla (libero), Gironi 1, Basic, Recine. N.e.: Alonso, De Weijer, Lucarelli, Cester, Hoffer (libero). All. Botti, vice all. Amoroso.21 b.s., 11 ace, 46% ric. pos., 25% ric. prf., 41% att., 10 muri.

Arbitri: Stefano Cesare – Massimo Floriani.

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_perugia

    L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

    true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!