La Pesca Sportiva diventa tema di attenzione per l’Amministrazione Comunale di Todi

La Pesca Sportiva diventa tema di attenzione per l’Amministrazione Comunale di Todi

Il tipo di pratica No Kill finisce al centro delle politiche ambientali ed etiche comportamentali del territorio comunale

share

Nei giorni scorsi le associazioni Asd Angler e Karpbusters Todi si sono riunite per una tre giorni sulle sponde del fiume Tevere, ai piedi del paese di Montemolino, per festeggiare una vittoria importante per la salvaguardia dell’ambiente. Il tratto, ultimamente abbandonato a se stesso, diventa finalmente una “zona a regolamento specifico” dove il No Kill (ovvero l’obbligo di rilascio immediato del pescato) è l’elemento caratterizzante.

Alla manifestazione hanno partecipato ragazzi da tutte le parti dell’Umbria e dalle Marche. Le associazioni ringraziano la Regione Umbria e la Fipsas per aver creduto nel progetto, e in particolar modo il Comune di Todi – presente con il Sindaco Antonino Ruggiano e l’Assessore Claudio Ranchicchio – per il supporto presente e futuro: proprio con quest’ultimo, dopo un incontro molto proficuo, si procederà all’intensificazione della lotta al bracconaggio e all’installazione di foto trappole per l’abbandono dei rifiuti.

Sono inoltre previste iniziative con le scuole, così da avvicinare i bambini alla pesca sostenibile e sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente e della fauna ittica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

share

Commenti

Stampa