LA MARAN A NAPOLI CEDE CON LA BARRESE

LA MARAN A NAPOLI CEDE CON LA BARRESE

share

Finisce 3 a 1 per i padroni di casa la trasferta napoletana della Maran Spoleto. Un match, quello tra i bluarancio e la Barrese, che era stato già preannunciato come molto difficile.
I ragazzi di Monsignori falliscono questa prova, pagando, oltre misura, un inizio di ripresa disastroso soprattutto a causa di un calo di concentrazione inspiegabile. Monsignori è costretto a rinunciare a Fabiano Cavalli; mentre la Barrese schiera anche il poderoso pivot Scharnovski.
Spoleto sa soffrire nel primo tempo contro i veementi attacchi dei locali e dice grazie al suo portiere Barigelli. Avvio promettente con Paolucci che ha sui piedi due ottime opportunità, ma non è fortunato. Inizia l'assedio della Barrese: Bico Pelentir non arriva per un soffio sul taglio del fratello Nelson al 2'; al 3' la Maran sventa una punizione a due in area; dopo un momento di calma, tra il 7' ed il 14' Barigelli si erge ad assoluto protagonista del match: pronti interventi su Alves Costa e, di piede, su Nelson Pelentir, poi ancora su Mazzocchi. Ma i veri miracoli sono a cavallo del 13': su Bico Pelentir che calcia ad un metro dalla porta e poi, pochi secondi più tardi, tirando letteralmente fuori dal sette un rimpallo di un proprio difensore. L'assalto napoletano incoccia anche contro un palo esterno centrato da Alves Costa. Nel frattempo Spoleto era venuta fuori solo, al 12', con un pregevole assist di Paolucci per Lara, azione sventata dal portiere della Barrese Bertoni. Al 15' esce finalmente la Maran: prima Bruno Cavalli intercetta un poderoso sinistro di De Moraes, destinato a creare più di un grattacapo a Bertoni, poi grande volée di Milani, ma vola Bertoni che si ripete in uscita bassa su Bruno Cavalli. Al 19' magia di tacco di Bico Pelentir, ma Barigelli dice ancora di no. Sul capovolgimento di fronte ancora Bertoni esce sui piedi del lanciato Gabù.
All'inizio della ripresa, i padroni di casa raccolgono quello che non sono riusciti a fare nel primo tempo, con la retroguardia spoletina che rimane sui blocchi nella prima azione, permettendo a Scharnavski di calciare un'imparabile rasoiata; poi, poco accorta sul pressing di Rodrigo Bertoni, palla al fratello Romulo e sinistro sul paletto. 2-0 al 3'. Reazione rabbiosa di Spoleto: Algodão accorcia subito con una splendida azione personale e destro sotto il sette. Gol statisticamente importante, essendo il primo subito dalla Barrese dopo 104 minuti di imbattibilità, un'eternità nel calcio a 5. La Barrese sembra un po' alle corde, ma Bertoni se la cava su Milani e poi, soprattutto, su Caetano in due occasioni. Il 3-1 giunge, quindi come un fulmine a ciel sereno con gran palla di Mazzocchi per Alves Costa e nulla da fare per Barigelli che era in uscita sul capitano napoletano. Sul doppio vantaggio, mister Di Costanzo chiama la difesa attenta e la Barrese non soffre eccessivamente il ritorno spoletino; due sole conclusioni da ricordare con Algodão che gira al lato e Adilson, entrato nel frattempo per Barigelli, che trova pronto ancora Bertoni.

Napoli Barrese : Bertoni C., Bertoni Rod., Coppola, Bertoni Rom., Mazzocchi, Alves Costa, Pelentir N., Scharnovski, De Oliveira, Ferreyra, Pelentir B., Renan (all. Di Costanzo)
Maran Spoleto : Barigelli, Lara, De Moraes, Gabù, Zancanaro, Algodão, Paolucci, Clementini, Caetano, Milani, Cavalli B., Adilson (all. Monsignori)
Arbitri: D'Angeli di Pesaro e Romanelli di Fermo (Albertini di Ascoli)
Primo tempo (0-0)
Secondo tempo (3-1): 0'15″ Scharnovski 3' Bertoni Rom. 4' Algodão 9'
Ammoniti: Milani, Bertoni Rom.

share

Commenti

Stampa