La diocesi di Spoleto celebra la "giornata della vita" con la partecipazione di Massimo Giletti - Tuttoggi

La diocesi di Spoleto celebra la “giornata della vita” con la partecipazione di Massimo Giletti

Redazione

La diocesi di Spoleto celebra la “giornata della vita” con la partecipazione di Massimo Giletti

Mer, 05/02/2014 - 12:51

Condividi su:


La diocesi di Spoleto celebra la “giornata della vita” con la partecipazione di Massimo Giletti

Il 7 e il 9 febbraio l’archidiocesi di Spoleto-Norcia, in collaborazione con il reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale di Spoleto, celebra, come è oramai tradizione, la Giornata per la Vita con due momenti altamente significativi. Il primo, “Racconta la Vita”, si terrà venerdì 7 febbraio alle ore 18.00 presso l’auditorium dell’Istituto per Sovrintendenti P.S. “R. Lanari” di Spoleto (comunemente conosciuto come Scuola di Polizia). Dopo i saluti dell’arcivescovo Renato Boccardo, Massimo Giletti, giornalista e conduttore televisivo, guiderà la serata sul tema la bellezza della vita, sempre, in ogni circostanza e in tutte le stagioni anagrafiche. Porteranno la loro testimonianza: il dott. Fabrizio Damiani, primario del reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale di Spoleto, sulla sua esperienza di medico che accoglie la vita tutti i giorni, fin dal concepimento; Carla Erbaioli, ostetrica del reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale di Spoleto, sulla sua esperienza nell’accogliere la vita che esce dal grembo materno; Federico e Barbara Gramaglia di Roma, sulla malattia e morte di una loro figlia (nata in un parto trigemino) e su come anche nel dolore si può essere sereni; Luciana e Domenico Moretti, coppia di sposi di Spoleto, sull’elaborazione della morte del figlio proseguendo la vita nell’apertura agli altri (giovani nell’oratorio parrocchiale, fidanzati nei percorsi di accompagnamento al matrimonio ecc…); Francesca e Matteo Brocanello, giovane coppia di sposi di Spoleto, sulla bellezza e lo stupore di aver accolto il primo figlio; Stefano Fagioli, giovane spoletino, sulla sua esperienza di come sia bello spendere la vita a servizio dei suoi coetanei (pastorale giovanile, catechesi, oratorio ecc….); Carlo Augusto Dal Miglio e consorte, coppia di sposi di Spoleto, sulla bellezza e lo stupore di una vita vissuta insieme; Maria Rita Sabini, volontaria all’Hospice di Spoleto “La Torre sul Colle”, sulla sua esperienza nell’accompagnamento delle persone nell’ultima fase della vita. La serata sarà allietata dal Coro delle Alpi Cozie di Susa (TO), sorto nel 1960 per esprimere nel canto l’anima di una gente forte e laboriosa, sobria e modesta, erede di un patrimonio d’anima e cultura cresciute lungo i secoli.

Il secondo appuntamento si terrà, invece, domenica 9 febbraio alle ore 11.30 nella chiesa di S. Pietro a Spoleto. L’Arcivescovo presiederà la Messa per tutti i bambini nati nel 2013 nel reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale di Spoleto ed anche per quelli che, pur risiedendo nel territorio della Diocesi, sono venuti alla luce in altri punti nascita dell’Umbria. All’ingresso della chiesa ci saranno due grandi ulivi con appese le foto dei bambini. Al termine della Messa, sul sagrato della basilica, verranno lanciati al cielo palloncini rosa e blu: un segno esteriore che evidenzia l’apertura alla vita.


Condividi su:


Aggiungi un commento