Infrastrutture, i nodi sul tavolo: "Sullo Svincolo di Scopoli servono risposte"

Infrastrutture, i nodi sul tavolo dell’assessore Melasecche: “Sullo Svincolo di Scopoli servono risposte”

Redazione

Infrastrutture, i nodi sul tavolo dell’assessore Melasecche: “Sullo Svincolo di Scopoli servono risposte”

Per il problema dello Svincolo si propone un percorso insieme al Mibact
Mer, 26/02/2020 - 17:48

Condividi su:


Infrastrutture, i nodi sul tavolo dell’assessore Melasecche: “Sullo Svincolo di Scopoli servono risposte”

Sul tavolo uno di fronte all’altro i dossier infrastrutturali del Comune di Foligno. L’assessore regionale alle Infrastrutture Enrico Melasecche e il sindaco Stefano Zuccarini li hanno affrontati tutti, forti di collaborazione e sinergia. Si parla di Variante Sud, svincolo di Scopoli e piastra logistica.

Massima collaborazione

Da parte della Regione massima attenzione alle esigenze dei Comuni, dobbiamo accelerare sull’apertura di alcuni cantieri e risolvere alcuni problemi per l’apertura di altri”, ha detto l’assessore alle Infrastrutture Melasecche dando assicurazioni sulla Variante sud, la cui fattibilità è stata certificata e che consentirà di collegare la Flaminia all’altezza della nuova Val di Chienti sino all’area del nuovo ospedale con tanto di ponte sul Topino. Dalla Regione massima attenzione anche allo svincolo di Scopoli definito una priorità, per il quale si è ritenuto necessario avviare un percorso politico istituzionale trasversale sollecitando il MIBAC ad una risposta celere.

Piastra logistica

Per entrambi i casi sono già stati organizzati incontri con la Società Quadrilatero i cui vertici hanno confermato la disponibilità a procedere appena superati i necessari passaggi burocratici. È stato inoltre trattato il problema della Melasecche Piastra Logistica che presenta problemi non lievi oltre a quello delle vasche di laminazione del Topino in caso di rischio esondazione.

Collaborazione istituzionale

E’ stato un incontro proficuo e positivo – hanno commentato sindaco ed assessoreche testimonia l’importanza per la Regione ed il Comune di intrattenere un rapporto di massima collaborazione, recependo ove possibile le istanze dei territori al fine di trovare risposte concrete e celeri  e fornendo tutto il possibile supporto tecnico ed amministrativo” .


Condividi su:


Aggiungi un commento