Indignati di Foligno unitevi. Nasce su Facebook un gruppo per discutere dei problemi della città - Tuttoggi

Indignati di Foligno unitevi. Nasce su Facebook un gruppo per discutere dei problemi della città

Redazione

Indignati di Foligno unitevi. Nasce su Facebook un gruppo per discutere dei problemi della città

Dom, 31/07/2011 - 16:43

Condividi su:


Maria Angela Bacchettoni

E' nato da appena due giorni ma ha già superato i 200 iscritti. Si tratta di “Indignati [Foligno]”, il gruppo che su Facebook sta raccogliendo decine di messaggi da parte di folignati, più che indignati, “incazzati”, come puntualizzano i partecipanti stessi. L'intento dichiarato da parte del fondatore, Incontro Quotidiano, è “creare un gruppo che possa veramente comunicare i disagi che oramai rendono la nostra città impossibile”.

Al centro del mirino non ci solo i famigerati lavori di pavimentazione, ma anche la scarsità di spazi verdi e parcheggi, il progetto per l'area dell'ex zuccherificio, la chiesa “cubo” di Fuksas, i totem pubblicitari sparsi per la città e molto altro.
Ovviamente vengono tirati in causa gli amministratori comunali, che per ora non hanno replicato.
Il gruppo si aggancia ad un altro spazio aperto su Facebook, “Salviamo il verde a Foligno”, che di iscritti ne conta più di 700. Si parla di verde ma anche di spreco di soldi pubblici, infrastrutture, e altri problemi cittadini. Da molti anni in Italia sono sbocciati gruppi che si rifanno al celebre movimento statunitense “Critical Garden”: comuni cittadini si mettono insieme per recuperare zone degradate della città o interi quartieri, piantando fiori, semi e colture. Un'azione diretta di critica e partecipazione, che sensibilizza e al contempo migliora sensibilmente i luoghi pubblici. Perché non fare qualcosa di simile anche a Foligno? Anche perché pare che il tam tam tramite Facebook funzioni. Infatti la pagina “CleaNap Piazza Pulita”, che ha registrato oltre 8.000 iscrizioni, è diventata luogo d'incontro per tanti giovani napoletani, che ogni 10 giorni danno vita alla pulizia collettiva di strade, vicoli e piazze della città partenopea.
Ora bisogna vedere quali saranno le iniziative realmente praticabili e se all'esternazione di un disagio seguiranno fatti concreti. Un primo appuntamento è intanto fissato per il 1° agosto, alle ore 19.00, in Piazza San Domenico, per salvare dalla cementificazione gli alberi, le panchine e le aiuole della piazza, che dovrebbero essere eliminati nell'ambito dei lavori di riqualificazione del centro storico, deliberati dalla giunta nel 1999.

® Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!