INCENERITORE A SPOLETO O SOLO ECO...BALLE? LA POSIZIONE DI "SPOLETO A 5 STELLE" - Tuttoggi.info

INCENERITORE A SPOLETO O SOLO ECO…BALLE? LA POSIZIONE DI “SPOLETO A 5 STELLE”

Redazione

INCENERITORE A SPOLETO O SOLO ECO…BALLE? LA POSIZIONE DI “SPOLETO A 5 STELLE”

Gio, 08/10/2009 - 10:21

Condividi su:


Con la consueta “differenza” comunicativa, quasi dovessero spiegare il problema ad un bambino, il Meetup spoletino affronta con razionalità il tema della possibile realizzazione di un impianto di incenerimento presso gli stabilimenti della Cementir di S.Angelo in Mercole.

Il Movimento chiarisce a tutti cosa sia un impianto, quale combustibile verrà usato e lo stato della pratica burocratica, senza tralasciare le considerazioni politiche proprie al ruolo di Gruppo in Consiglio comunale, evidenziando le dichiarazionii di principio sull'argomento rilasciate dalle Istituzioni Cittadine.

Ecco la nota stampa diffusa:

” È arrivata la notizia dell'istanza di avvio procedura per verifica assoggettabilità di un progetto per incenerimento di rifiuti a Spoleto.

La comunicazione è tratta ufficialmente dal Bollettino della Regione Umbria n.40 del 29.9.09 ed è consultabile da tutti.

Avvieremo la richiesta al Comune di Spoleto per il ritiro e visione del progetto completo essendo il testo integrale depositato presso gli uffici comunali.

Detto questo andiamo avanti nel nostro lavoro di sensibilizzazione e di informazione su quello di cui si sta parlando. Ogni parola ha un senso, ogni sigla UNA SPIEGAZIONE.

A CHE PUNTO SIAMO?

La Cementir ha effettuato una richiesta per verificare se il progetto debba o meno essere gestito mediante la procedura che si chiama: VAS (Valutazione Strategica Ambientale);

QUANDO VIENE APPLICATA LA VAS?

In questo caso l'iter dovrà passare per una VAS come richiesto dalla direttiva applicabile.

(art. 3 punto 2 della direttiva 42/2001/CE)

2. … viene effettuata una valutazione ambientale per tutti i piani e i programmi:

a) che sono elaborati per i settori agricolo, forestale, della pesca, energetico, industriale, dei trasporti, della gestione dei rifiuti e delle acque, … omissis;

COSA VORREBBERO BRUCIARE?

Il combustibile previsto è il CDR che altro non sono se non Ecoballe.

Il CDR è utilizzato come combustibile e quindi si sfrutta il suo alto potere calorifico dato principalmente dalle plastiche, carta ecc.

DA COSA SONO COMPOSTE? PRATICAMENTE TUTTO

L'impianto è destinato allo smaltimento e recupero rifiuti non pericolosi, materiali recuperati fra le seguenti categorie e modalità:

R1 Utilizzazione principale come combustibile o come altro mezzo per produrre energia;

R2 Rigenerazione/recupero di solventi;

R3 Riciclo/recupero delle sostanze organiche non utilizzate come solventi (comprese le operazioni di compostaggio e altre trasformazioni biologiche);

R4 Riciclo/recupero dei metalli e dei composti metallici;

R5 Riciclo/recupero di altre sostanze inorganiche;

R6 Rigenerazione degli acidi o delle basi;

R7 Recupero dei prodotti che servono a captare gli inquinanti;

R8 Recupero dei prodotti provenienti dai catalizzatori;

R9 Rigenerazione o altri impieghi degli oli.

Spoleto 5 Stelle si impegna a fornire ulteriori dettagli nei prossimi giorni, e chiede ufficialmente che l'amministrazione dichiari pubblicamente la propria posizione in merito alla questione, ricordando che in campagna elettorale il sindaco Benedetti rispose così ad una intervista:

domanda: “… ecco, cosa mi dice a proposito dell'inceneritore? è cosciente del fatto che magari per la salute dei cittadini questo è probabilmente il peggior rimedio, e cosa succederebbe se la regione decidesse di aprirne uno proprio qui a Spoleto?”.

Benedetti: … “è stato approvato il piano rifiuti, l'inceneritore non c'è, quindi chi dice il contrario dice una stupidaggine”.

(Comunicato stampa a cura del Movimento Spoleto a 5 Stelle)


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!