Inaugurato lo Sportello di sostegno psico-pedagogico per genitori - Tuttoggi

Inaugurato lo Sportello di sostegno psico-pedagogico per genitori

Redazione

Inaugurato lo Sportello di sostegno psico-pedagogico per genitori

Al via una nuova iniziativa nell’ambito del progetto #tu6scuola alla Scuola Media 'Alighieri-Pascoli'
martedì, 26/02/2019 - 11:33

Condividi su:


Inaugurato lo Sportello di sostegno psico-pedagogico per genitori

E’ stato inaugurato da una settimana, alla Scuola Media ‘Alighieri-Pascoli’ di Città di Castello, il nuovo Sportello di sostegno psico-pedagogico rivolto a genitori e insegnanti dell’istituto e curato da Mauro Luciani (psicologo e psicoterapeuta dell’Università degli Studi di Perugia).

L’attivazione dello sportello, ad accesso gratuito su prenotazione, rientra nell’ambito delle attività del progetto #tu6scuola, promosso dal ‘Ciai’ di Milano, in partenariato territoriale con la ‘Fondazione Hallgarten Franchetti Centro Studi Villa Montesca’, la Scuola Media ‘Alighieri-Pascoli’, il Comune di Città di Castello e il Comune di Sansepolcro. L’obiettivo è quello di sostenere insegnanti e genitori nello sviluppo del loro ruolo educativo favorendo, in particolare, l’apertura di un confronto significativo e stabile tra le varie componenti dell’universo scolastico.

Erano presenti all’inaugurazione, insieme a Mauro Luciani e Filippo Pettinari, dirigente della Scuola, gli assessori tifernati Luciana Bassini e Rossella Cestini, Maria Rita Bracchini e Sara Alimenti della ‘Fondazione Hallgarten Franchetti’.

Maria Rita Bracchini, responsabile dell’Area progettazione della Fondazione, introducendo i lavori, ha focalizzato l’attenzione sulla necessità di “uno sportello che non sia solo supporto alle criticità educative, ma che, recuperando l’approccio sistemico anglosassone, crei uno stimolo anche per tutti i ragazzi e i genitori della scuola. Il sostegno psico-pedagogico va visto in positivo, come momento di crescita di tutti i ragazzi per migliorare la loto motivazione e la loro visione del futuro”. Proprio in questa prospettiva lo Sportello di sostegno psico-pedagogico si inserisce sulla scia di una lunga serie di attività che vedono impegnata già da tempo la Fondazione nella costruzione e ricostruzione della Comunità Educante nel territorio dell’Alto-Tevere.

Sara Alimenti, project manager delle azioni educative di #Tu6scuola per il territorio, esperta della Fondazione, ha presentato le modalità di funzionamento dello sportello ed evidenziato la grande innovazione che esso rappresenta anche a livello nazionale. “In una realtà complessa e articolata come quella nella quale si trovano a vivere i bambini e i ragazzi di oggi – ha sottolineato il dirigente Pettinari nel corso dell’inaugurazione – è necessario lavorare alla creazione della rete, al rafforzamento delle sinergie e all’ampliamento degli strumenti a disposizione di tutti coloro che, in forme e modi differenti, esercitano un ruolo educativo. Solo cooperando in questa direzione si potranno affrontare non solo i problemi di varia natura che affliggono alcuni ragazzi e coinvolgono poi tutta la comunità scolastica, ma si potranno anche ampliare le risorse a disposizione dell’ascolto di coloro che non vivono situazioni di particolari o evidenti criticità”.

D’altro canto – ha affermato il Prof. Mauro Luciani  l’attualità e l’importanza di uno strumento come lo Sportello, al servizio dell’intera comunità che educa, sono ormai evidenti; importante sarebbe pensare al consolidamento di questo tipo di esperienze, lavorare nella prospettiva di una diffusione della proposta e di un rafforzamento della collaborazione con le altre componenti educative presenti nel territorio”. “La messa in rete delle risorse a disposizione – gli ha fatto eco l’assessore Cestini è fondamentale. Non è più pensabile prescindere dalla profonda conoscenza reciproca tra gli attori educativi e dall’interazione, in questo ambito, delle diverse componenti della società”. “In questo senso – ha concluso l’assessore Bassini  l’importanza di questa iniziativa e l’arricchimento che essa porterà al territorio, vanno pensati nella dimensione di rete che essa assume. La connessione dello Sportello psico-pedagogico con il territorio e la sua capacità di collaborare con le altre componenti della realtà locale saranno i suoi reali punti di forza”.

Il progetto è stato selezionato da ‘Con i Bambini’, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale ‘Con i Bambini’, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione ‘Con il Sud’.


Condividi su:


Aggiungi un commento