Inaugurata la 14^ edizione di "Mielinumbria" - Tuttoggi

Inaugurata la 14^ edizione di “Mielinumbria”

Redazione

Inaugurata la 14^ edizione di “Mielinumbria”

Sab, 26/11/2011 - 16:26

Condividi su:


Inaugurata la 14^ edizione di “Mielinumbria”

Nasce a Foligno, in occasione della 14esima edizione di 'Mielinumbria', la prima 'Federazione degli apicoltori del Mediterraneo', composta da apicoltori di 8 Paesi diversi: Albania, Algeria, Italia, Libano, Marocco, Palestina, Spagna e Tunisia. L’assemblea costituente, presieduta da Vincenzo Panettieri, presidente Apau (Associazione produttori apisitici umbri) e che ha visto la presenza di delegazioni provenienti da tutti i paesi membri, si è svolta nel pomeriggio di ieri nella Sala Pio La Torre del Palazzo Comunale di Foligno. La costituzione della Federazione è avvenuta contemporaneamente all’apertura della XIV edizione di ‘Mielinumbria’, manifestazione dedicata all’apicoltura e che, nella Corte di Palazzo Trinci, ospiterà fino a domenica 27 novembre la 'Mostra mercato del miele e dei prodotti dell'alveare', oltre ad altri numerosi appuntamenti collaterali. Al taglio del nastro erano presenti Nando Mismetti, sindaco di Foligno ed Ezio Palini, organizzatore del Servizio agricoltura e mercati del Comune di Foligno. “La costituzione della Federazione – ha detto Panettieri – ha rappresentato un evento storico per noi apicoltori perché significa mettere insieme le possibilità, le proposte e le esigenze di un mondo produttivo che, negli ultimi anni, ha assurto alle cronache nazionali e internazionali il problema della scomparsa delle api e dell’inquinamento, sempre più pressante. L’ape, infatti, non è soltanto un indicatore ambientale di purezza della terra, ma è essa stessa un elemento fondamentale per il nostro territorio e per la biodiversità. Per questo la sua preservazione va promossa, come elemento di vita strutturale”. “È stato un evento importantissimo – ha aggiunto Palini – perché è il primo di questo genere nel mondo dell’apicoltura. Con la nascita della federazione, associazioni di produttori di paesi diversi hanno deciso di confrontarsi e di stendere un protocollo d’intesa per valorizzare l’ambiente, la funzione dell’ape nella salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità”.

La fondazione della “Federazione degli apicoltori del Mediterraneo” ha preceduto l’apertura del “V Forum dell’apicoltura del Mediterraneo”, al quale hanno partecipato, fra gli altri, anche i rappresentanti di due agenzie (per lo sviluppo e per l’ambiente) delle Nazioni Unite. La 'Mostra mercato del miele e dei prodotti dell'alveare', uno degli elementi di punta della manifestazione, ospita nella Corte di Palazzo Trinci oltre 20 stand e altrettanti produttori del territorio. Uno spazio è, inoltre, riservato alle ‘opere’ realizzate dagli allievi delle scuole di infanzia per il concorso “Colora un’arnia”, che ha premiato la migliore creazione.

Mielinumbria chiude domani con una giornata, sempre nelle Corte di Palazzo Trinci, ancora all’insegna dell’approfondimento, con il convegno, alle 9.30, su “Le buone pratiche dei progetti Leader: un opportunità per l’apicultura”, e delle tipicità del territorio, con le degustazioni guidate “I Fiori del Miele”, alle 11 e alle 16. Spazio, infine, alle eccellenze con le premiazioni alle 12.30 dei due concorsi in programma per la manifestazione. Sarà, infatti, premiato con il premio “Mielinumbria”, il miglior miele della regione, scegliendone uno su cento per ognuno delle tre qualità (millefiori, monoflora e melata) e il più pregiato dei 70 mieli di agricoltura biologica, provenienti da diverse regioni di Italia, per la 4ª edizione di “Mielinbio”. “Voglio ringraziare – ha concluso il sindaco – tutti coloro che, nonostante il momento storico difficile per gli enti locali e per i soggetti privati, ci hanno dato la possibilità di poter giungere a questa 14ª edizione. Anche quest’anno ci rivolgiamo ai produttori, ma soprattutto ai cittadini perché promuoviamo l’apicoltura per sostenere l’attenzione alla salvaguardia dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile”.

La mostra sarà aperta dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 20.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Verisone più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!