In fila come in processione: c'è il torcolo di San Costanzo (gratis) LE FOTO - Tuttoggi

In fila come in processione: c’è il torcolo di San Costanzo (gratis) LE FOTO

Redazione

In fila come in processione: c’è il torcolo di San Costanzo (gratis) LE FOTO

Perugia ha celebrato uno dei suoi santi patroni tra fede, tradizione e... gusto
Mer, 29/01/2020 - 18:20

Condividi su:


In fila come in processione: c’è il torcolo di San Costanzo (gratis) LE FOTO

Perugini (ma anche qualche turista) in fila, come in processione, per assaggiare, gratis, il torcolo di San Costanzo. E’ stato uno dei momenti più sentiti, tra quelli della festa laica, per il giorno di uno dei due santi patroni della città di Perugia.

Dopo l’anteprima di martedì pomeriggio, con la sempre emozionante luminaria per le vie della città, i festeggiamenti sono entrati oggi nel vivo, con due appuntamenti in altrettanti luoghi simbolo, Borgo XX giugno e Corso Vannucci.

La Fiera Grande

In Borgo XX Giugno è stata inaugurata, alla presenza del sindaco Andrea Romizi, degli assessori Margherita Scoccia, Luca Merli, Gabriele Giottoli e Cristina Bertinelli, nonché dei consiglieri Paolo Befani, Fotinì Giustozzi e Riccardo Mencaglia, la tradizionale Fiera Grande di San Costanzo, a cura dell’associazione L’arte e la terra. Sono circa 70 gli operatori di cui 20 artigiani e hobbisti, e 50 di diversi settori merceologici -agricoltura e prodotti tipici, dolciumi, abbigliamento, accessori, pelletteria, casa, fiori e piante. Dopo la cerimonia d’inaugurazione ufficiale tutti i cittadini hanno potuto partecipare alla degustazione del grande Torcolo, di ben 8 metri, offerto dal Forno di Fontignano di Gabrielli Marilena, accompagnato dal vin Santo di Montefalco.

Il torcolo

Successivamente l’attenzione si è spostata su Corso Vannucci, dove appunto i perugini hanno potuto degustare gratuitamente il torcolo offerto dai forni della città in collaborazione con Cna, Confartigianato, Confcommercio e Associazione Italiana Sommelier.

Diciotto i forni partecipanti: Co.Fo.Pa., Dolce Perugia, Faffa dal 1851 Il fornaio, Il Forno di Fontignano di Gabrielli Marilena, GMF – Punto vendita Emisfero, Industria Dolciaria Piselli Junior, L’arte del pane di Duranti Santino, Lupi Alessandro, Nuova Pasticceria Ambrosiana, Panetteria Alunni Gianfranco e figli, Panetteria Pasticceria Antica Perugia, Panetteria Pasticceria Cerquiglini, Panetteria Pasticceria Gionangeli Adelio, Panetteria Pasticceria Lucaroni, Pasticceria Etrusca, Da Severo Bottega Bistrot, Forno Deliziosi Pasticci, Il Forno di Fontignano di Rossi Marco e Russo Antonio.

Il Centro G. Alessi di via Mazzini ha poi ospitato i laboratori gratuiti (senza prenotazione) “La Scienza nel Torcolo”, a cura del Post, riservati a bambini dai 5 agli 11 anni.

Il Mercato Coperto dei contadini

E nel giorno di San Costanzo è stato inaugurato, alla presenza tra gli altri del sindaco Andrea Romizi, degli assessori Margherita Scoccia, Luca Merli, Gabriele Giottoli e Cristina Bertinelli, dei consiglieri Paolo Befani, Federico Lupattelli e Riccardo Mencaglia, del Prefetto Sgaraglia, e degli assessori regionali Morroni e Fioroni, il primo Mercato Coperto regionale dei contadini aderenti alla rete di Campagna Amica Coldiretti nei locali di via Michelangelo Lorio n. 8, zona Madonna Alta.

Qui è possibile acquistare direttamente dagli agricoltori prodotti a chilometro zero, riducendo i trasporti e valorizzando il territorio. Nella prima parte della mattina si erano già aperti gli stand dei produttori, di cui oltre la metà “under 40”; poi dopo l’inaugurazione c’è stato spazio per la degustazione di uno speciale Torcolo di San Costanzo di Campagna Amica, ma anche delle tante eccellenze agricole proposte dalle imprese, con i cuochi contadini protagonisti attraverso le ricette della tradizione. Per bambini e famiglie, non sono mancate le fattorie didattiche con attività e giochi dedicati al mondo dell’agricoltura. Si tratta di un’iniziativa per promuovere il lavoro degli imprenditori agricoli umbri in città, le loro eccellenze e il mangiar sano, garantito dai prodotti agroalimentari locali, con i mercati di Campagna Amica che sono diventati non solo luogo di consumo, ma anche momenti di educazione, socializzazione, cultura e solidarietà. Dall’ortofrutta ai formaggi, dall’olio extravergine di oliva al vino, dai succhi alla birra agricola, dalla carne ai salumi, passando da miele, conserve, legumi, cereali, pasta, farine, prodotti da forno, fino al pesce del Tirreno: queste alcune delle produzioni agricole in vendita rigorosamente dal produttore al consumatore.

All’inaugurazione del Mercato Coperto hanno partecipato anche il direttore nazionale di Campagna Amica Carmelo Troccoli, il Presidente e il direttore regionale Coldiretti Albano Agabiti e Mario Rossi, i Presidenti Coldiretti Perugia e Terni, Giampaolo Farchioni e Paolo Lanzi e il Consigliere Ecclesiastico Coldiretti Umbria Don Vito Stramaccia.

La messa in Cattedrale

A chiudere la due giorni di celebrazioni in onore di San Costanzo, nella Cattedrale di San Lorenzo, la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti con la partecipazione dei vescovi umbri e delle autorità cittadine.

San Costanzo, padre di questa nostra Chiesa e in parte di alcune Chiese dell’Umbria – ha detto Bassetti nella sua omelia – fu artefice di vera pace e volontario dell’amore, perché egli per primo visse il messianismo cristiano della ‘pietra scartata’ e si fece ultimo donando la sua vita. Anche a noi è chiesto di essere operatori di pace e servi dei fratelli, servi per amore, come ci ha detto l’evangelista Giovanni”.

E questo è dovere – ha proseguito Bassetti – di tutti nella Chiesa perché, pur essendo noi ‘un corpo solo’, ‘a ciascuno di noi è stata data la grazia secondo la misura del dono di Cristo’. Per questo ciascuno di noi, nella fondamentale vocazione cristiana, ha nella chiesa ‘un ministero’ e un compito insostituibile. Il Santo Padre nella sua esortazione apostolica “Evangeli Gaudium”, afferma spesso che siamo una ‘chiesa di delega’, di sostituzione, nella quale si aspetta che uno passi al posto dell’altro, e alcuni compiano quello che tutti debbono compiere”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!