IL GLOBAL NATURE FUND AL TRASIMENO - Tuttoggi

IL GLOBAL NATURE FUND AL TRASIMENO

Redazione

IL GLOBAL NATURE FUND AL TRASIMENO

Ven, 19/10/2007 - 12:18

Condividi su:


IL GLOBAL NATURE FUND AL TRASIMENO

Due giorni in Umbria, e più precisamente al Trasimeno, per presidente e vicepresidente del Global Nature Fund (rispettivamente Marion Hammerl e Ranveig Heckoff) per mettere a punto la macchina organizzativa in vista della conferenza mondiale di Living Lakes che Isola Polvese ospiterà nel 2008. I rappresentanti umbri degli Enti che aderiscono a Living Lakes (tra cui Palmiro Giovagnola, Sauro Cristofani e Fiorello Primi per conto della Provincia di Perugia, Lamberto Bottini per conto della Regione, Mario Bocerani per conto del Comune di Tuoro) hanno avuto incontri di lavoro nei giorni scorsi con i due ospiti stranieri per impostare il lavoro che da qui a settembre del prossimo anno andrà svolto per mettere in piedi l'evento mondiale che farà affluire al Trasimeno circa 250 delegati in rappresentanza di tutti i soggetti che aderiscono all'organizzazione internazionale di Living Lakes. In particolare, secondo quanto riferito da Primi, si è discusso delle tematiche e delle sessioni che occuperanno l'agenda dei partecipanti alla conferenza mondiale. La riunione di Tuoro ha confermato che sarà “Il paesaggio culturale e la cultura del paesaggio” il tema portante della manifestazione. I workshop a cui si darà vita in quei giorni saranno invece decisi e organizzati dai partner della rete italiana di Living Lakes e da alcuni partner mondiali. “Per la prima volta inoltre – anticipa Primi – la conferenza si concluderà con l'approvazione di una Carta per la tutela e la valorizzazione del paesaggio lacustre che diventerà la linea guida per la gestione di tutti gli ambienti lacustri del mondo”. A Tuoro si è in più parlato della futura “Academy” di Living Lakes, che dovrebbe sorgere ad Isola Polvese. “Scopo dell'Accademia – spiega Primi – sarà quello di creare un centro studi strategico per tutta la rete mondiale dell'organizzazione, per l'analisi delle problematiche legate ai laghi, lo sviluppo di progetti per risolverle e l'individuazione di possibili risorse a livello internazionale per l'attuazione degli stessi progetti. In più essa si occuperà di attività didattica a livello universitario attraverso dei master, e della creazione di un centro di documentazione e informazione per far conoscere gli ambienti lacustri agli studenti di tutto il mondo”. Per l'Accademia è già stata individuata la rosa di nomi che andranno a costituire nell'arco di breve tempo il comitato tecnico scientifico, comitato che sarà coordinato dal prof. Lucio Ubertini docente di Ingegneria Idraulica all'Università La Sapienza di Roma. Una prima bozza di progetto dell'Accademia sarà pronta entro la fine dell'anno.


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!