I 7 Comuni della Fascia appenninica riuniti in un grande Consiglio comunale aperto - Tuttoggi

I 7 Comuni della Fascia appenninica riuniti in un grande Consiglio comunale aperto

Redazione

I 7 Comuni della Fascia appenninica riuniti in un grande Consiglio comunale aperto

Venerdì 4 maggio a Gubbio una grande seduta congiunta sul tema "Analisi della situazione economico-occupazionale del territorio e definizione di linee di intervento"
Ven, 27/04/2018 - 14:23

Condividi su:


I 7 Comuni della Fascia appenninica riuniti in un grande Consiglio comunale aperto

Stante la crisi economica della fascia del comprensorio eugubino-gualdese, i sindaci e gli amministratori Comunali dei 7 Comuni (Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbra, Sigillo, Fossato di Vico, Costacciaro, Scheggia e Pascelupo) hanno condiviso la necessità e l’esigenza di convocare, venerdì 4 maggio, alle ore 15, nella Sala Consiliare di Palazzo Pretorio a Gubbio, un Consiglio comunale aperto dal tema “Analisi della situazione economico-occupazionale del nostro territorio e definizione di linee di intervento”.

Un’iniziativa unica nel suo genere. Tutti i consigli comunali dei 7 Comuni della fascia faranno una seduta congiunta aperta al contributo di chiunque voglia intervenire. Per l’importante occasione sono stati invitati tutti i rappresentanti sovra comunali quali gli esponenti della Regione e tutti i deputati eletti in Umbria.

La convocazione di questo Consiglio Comunale Aperto ha un duplice obiettivo: da un lato ampliare il confronto su un tema importante a tutto il territorio e non alle singole municipalità; dall’altro richiamare l’attenzione delle strutture sovracomunali su possibili strumenti di sostegno al territorio.

Come rappresentanti delle due Assise – sottolineano la presidente del Consiglio comunale di Gualdo Tadino Simonetta Parlanti ed il presidente del Consiglio comunale di Gubbio Giuseppe Biancarelliauspichiamo la più ampia partecipazione a questo Consiglio comunale aperto. Con questo incontro intendiamo coinvolgere e sollecitare tutti i soggetti coinvolti, a vario titolo, per una strategia congiunta che possa dare aperture di crescita e sviluppo all’intero territorio”.


Condividi su:


Aggiungi un commento