GRANDE MONINI...MA SOLO A META’. PASSA VIBO VALENTIA 2-3 (Guarda chi c'era MAXIPHOTOGALLERY) - Tuttoggi

GRANDE MONINI…MA SOLO A META’. PASSA VIBO VALENTIA 2-3 (Guarda chi c'era MAXIPHOTOGALLERY)

Redazione

GRANDE MONINI…MA SOLO A META’. PASSA VIBO VALENTIA 2-3 (Guarda chi c'era MAXIPHOTOGALLERY)

Lun, 07/01/2008 - 00:18

Condividi su:


Peccato davvero. Contro ogni pronostico, la Olio Monini Spoleto è stata ad un passo dal conquistare tre preziosi punti contro la seconda della classe, quel Vibo Valentia che forse pensava di fare una passeggiata nella città del festival. Ma alla fine sono stati i calabresi ad aver la meglio, capaci, quando tutto ormai sembrava perso, di ritrovare la giusta concentrazione. Che la Monini fosse in giornata lo si era capito dal primo set perso per 25-21. La seconda frazione conferma le prime impressioni: 4-2, 8-5 e Travica costretto a chiedere time-out. Entra Fantin per Contreras, ma non c’è storia. 11-6, 17-11 (che registra il rientro in campo di Pavan). Gli ospiti forzano la battuta ma gli errori si accumulano. 21-17, 23-18. Ancora un errore di Vieira in battuta e la bordata di Ricardo (un leone in campo) chiudono il set e portano la gara sul pari.

Senza storia anche il terzo set con la Monini che prende il largo fino ad accumulare anche otto punti di vantaggio: 5-2, 10-3, 14-6. Calano leggermente i padroni di casa (16-12) ma è ancora Ricardo a risollevare le sorti con due ace (19-12) e a chiudere anche questa frazione (25-21). Sembra fatta ma così non è, con i gialloblu costretti a reincontrare gli spettri di sempre. Sotto (2-6, 4-7) il sestetto di Polidori comincia una scalata difficile, trascinato dal ‘solito’ Ricardo e con Medenis pronto ad infilare ogni spazio libero. Ogni momento è buono per infilare il sorpasso: 10-10, 12-12, si va in vantaggio 15-14, 18-16, 18 pari. La svolta, negativa, arriva con tre muri di seguito del Vibo. Punti che fanno male, malissimo. Falaschi sembra nel pallone, si ostina a metter palla lì dove gli avversari gli hanno preso le misure. al millimetro. Volano gli ospiti: 18-21, 20-24. E’ finita. Comincia la roulette del tie-break.

Sirri & Co. mantengono sempre il vantaggio. Fino al 8-10 quando dagli spalti del Gruppo Nardone arrivano le urla dei tifosi che chiedono soccorso: una ragazza è svenuta battendo il capo sulle gradinate. Corrono i sanitari del 118 e dalal panchina arriva anche il cardiologo Silvio Corsetti. Sono momenti di tensione. Il PalaRota cala in un silenzio spettrale. Ci pensa l’arbitro Cardaci (autore di due errori madornali, uno dei quali proprio nel tie-break sul 9-10) a rianimare subito gli animi, ordinando di continuare la partita. Il palazzetto si traforma in una bolgia: fischi, urla e palle di carte contro il direttore di gara. La gara viene interrotta. La giovane tifosa si riprende. E’ ancora Ricardo a guadagnare il apri (11-11) e a mantenerelo fino al 14. Ma anche questa volta la dea bendata gira le spalle a Spoleto. E’ finita. Alla Monini resta la certezza di aver gettato alle ortiche la vittoria. E un misero punticino (in classifica ora i giallo-blu ne hanno 18), che torna comunque comodo alla luce della vittoria del Santa Croce sulla Tiscali Cagliari (15).

E domenica prossima si va in quel di Bassano (22).

Davvero peccato. La squadra per buona parte ha dimostrato di esserci. Certo con Valdir in campo (ne avrà ancora per una decina di giorni) anche la seconda linea tornerebbe utile per tirarsi fuori dal baratro della retrocessione. Sulla ‘regia’ qualcosa potrebbe venir fuori in settimana, dopo che l’ultimo consiglio di amministrazione della Marconi ha di fatto approvato (vuoi anche per un chiaro indirizzo dato dal main sponsor, Zefferino Monini) la ‘linea’ del presidente Fabrizio Cardarelli. A quanto è dato sapere la società è ancora interessata a Ivan Zaitsev, ma per averlo a Spoleto, stante l’inamovibilità di Falaschi a lasciare la città del festival, bisognerà cercare un palleggiatore disposto ad andare a Latina. Quando si dice volersi complicare la vita.

(Carlo Ceraso)

Il Tabellino

Olio Monini Spoleto: Medenis 16, Falaschi 3, Gatto (l), Vigilante 11, Corsini 10, Ricardo 18, Lattanzi 4, Pavan 5, Campagnaro, Gulla, Giuliani, Grechi. All. Fausto Polidori

Tonno Callipo Vibo Valentia: Rafel 13, Contreras 15, Ferraro (l), Barone 9, Sirri 19, Cicola 5, Vieira 1, Polidori G. 4, Bozidis. N.e.: Foschi e Iurlaro. All.: Ljubomir Travica

Arbitri Maurizio Cardaci e Giuliano Venturi

Parziali set: 21-25, 25-21, 25-21, 20-25, 14-16.

Durata set: 23’, 26’, 29’, 28’, 24’. Durata set: 130’

I punti: Spoleto battute vincenti 6, battute errate 16. muri punto 11. Vibo Valentia b.v. 3, b.e. 17, m.p. 13

LA CLASSIFICA

Verona 37, Callipo 35, Isernia 32, Crema 31, Loreto 30,TTLines Catania 27, Forli 25, Taviano 25, Castellana 24, Santa Croce 23, Bassano 22, Spoleto 18, Cagliari 15, Pineto 14, Mantova 13, Avellino 13.


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!