Giunta, annullate preferenze e territori: il Pd attacca la Lega - Tuttoggi

Giunta, annullate preferenze e territori: il Pd attacca la Lega

Redazione

Giunta, annullate preferenze e territori: il Pd attacca la Lega

Bettarelli: la Lega inserisce un veneto e il prima degli esclusi | Anche Bori contro la scelta di Coletto
Ven, 22/11/2019 - 10:32

Condividi su:


Con un assist indiretto al concittadino Valerio Mancini, mister Preferenze, il grande escluso dalla Giunta Tesei, il consigliere del Pd Michele Bettarelli punta l’indice contro le scelte della neo governatrice Donatella Tesei per la scelta dei suoi assessori. “Definiti i nomi e le deleghe – afferma Bettarelli – è ormai chiaro che la Lega in Umbria dopo aver tanto predicato bene, comincia a far vedere di che pasta è fatta”.


C’è la Giunta regionale: i nomi e le deleghe


In Giunta – evidenzia Bettarelli – trova spazio (su input di Salvini?) il geometra Veneto Luca Coletto con delega alla Sanità. Ma la domanda sorge spontanea: la nostra regione ricca di risorse umane e professionali come declamato in campagna elettorale da tutti i rappresentati della coalizione della presidente Tesei, non è in grado di esprimere competenze e professionalità tali da ricoprire un ruolo così importante? Sempre la Lega fa approdare a Palazzo Donini il primo dei non eletti (nono per numero di preferenze) il ternano Enrico Melasecche. Due posti disponibili in Giunta e la Lega inserisce il primo degli esclusi con buona pace degli elettori e delle preferenze”.

E l’esponente Pd stuzzica la Lega: “Che fine ha fatto chi ha preso tantissime preferenze? Non fa l’assessore per non dimettersi da consigliere? Ma l’interesse per la collettività che si è chiamati a rappresentare, sopratutto quando le elezioni si vincono con grande margine, dove è finito? Viene forse prima l’interesse proprio di garantirsi un posto sicuro per 5 anni?“.

Ma non solo. “In Giunta – conclude Bettarelli a proposito della geografia del nuovo Esecutivo – tre assessori esterni e due interni, squilibrio territoriale, una spartizione totalmente partitocratica che lascia territori come l’Alto Tevere, il Lago Trasimeno, il Folignate, lo Spoletino e l’Orvietano privi di rappresentanti nell’Esecutivo. Evviva la sovranità popolare, che per la Lega esiste solo se fa comodo. Poi in Giunta regionale però va chi è imposto da ‘Capitan Selfie’”.

L’affondo di Bori sulla Sanità

E il capogruppo del Pd, Tommaso Bori, punta l’indice contro la scelta di Coletto. ““Dopo una campagna elettorale basata sullo slogan ‘L’Umbria agli Umbri’, l’assessore alla sanità non lo ha scelto Donatella Tesei, ma Matteo Salvini: sarà un suo uomo di fiducia, Luca Coletto, ex-assessore alla Sanità della Regione Veneto”.

Bori aggiunge: “Settimane di liti e faide, veti incrociati e spartizioni interne tra la presidente Tesei e gli esponenti locali e nazionali dei partiti di centro-destra hanno partorito una Giunta lottizzata che sa di vecchia politica”.

Due sono – afferma il capogruppo Pd – le considerazioni da fare: la prima è che con questa scelta il centrodestra certifica la totale assenza di competenze in materia di sanità, la principale delega della Regione e voce più rilevante del bilancio, quindi la mancanza di punti di riferimento nel mondo sanitario. La seconda: con questa mossa si sconfessa non solo l’intero gruppo dirigente della destra locale, ma anche tutti gli eletti in Consiglio regionale”.

E soprattutto Bori annuncia che il  Pd terrà alta la guardia sulla sanità pubblica, “difendendola dalle speculazioni interessate e mettendola al riparo dall’aggressione dei grandi gruppi delle cliniche private”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!