«Giovanni Pontano. Governo e Follia», a Cerreto di Spoleto IV° convegno sull'umanista - Tuttoggi

«Giovanni Pontano. Governo e Follia», a Cerreto di Spoleto IV° convegno sull’umanista

Redazione

«Giovanni Pontano. Governo e Follia», a Cerreto di Spoleto IV° convegno sull’umanista

Sabato, 1° dicembre 2018, ore 10.00-13.00, presso la Sala del Teatro comunale
Ven, 30/11/2018 - 09:37

Condividi su:


«Giovanni Pontano. Governo e Follia», a Cerreto di Spoleto IV° convegno sull’umanista

Sabato 1 dicembre 2018, presso il Teatro comunale di Cerreto di Spoleto, si terrà il Convegno «Giovanni Pontano. Governo e Follia», organizzato dal Comune di Cerreto in collaborazione con il Dipartimento di Lettere – Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne (Università degli Studi di Perugia), e con il sostegno della Regione Umbria.

L’argomento del Convegno, che giunge alla sua IV edizione, è quest’anno dedicato al pensiero politico dell’umanista Giovanni Pontano, visto non solo attraverso la sua varia produzione di scritti politici, etici, filosofici e retorici (come il De principe, il De liberalitate, il De magnificentia, il De immanitate e il De sermone) ma anche attraverso gli scritti letterari, in particolare i dialoghi Antonius e Asinus.

L’incontro si apre alle ore 10.00 con il saluto del Sindaco, Luciano Campana, e con l’introduzione del prof. Fabrizio Scrivano, professore di Letteratura italiana presso l’Università degli Studi di Perugia. Seguono gli interventi di Amedeo Quondam, già professore di Letteratura italiana presso La Sapienza Università di Roma e presidente del Centro studi Europa delle corti, sulla letteratura politica tra Umanesimo e Rinascimento; di Antonietta Iacono, professoressa dell’Università Federico II di Napoli, sulla rappresentazione del potere negli scritti di Pontano; di Lorenzo Geri, professore de La Sapienza Università di Roma, sulla rappresentazione del potere nei dialoghi di Pontano e, infine, di Vincenzo Santoro, studioso di cultura e riti popolari, sulle storie della Taranta in Pontano e nella cultura medioevale e umanistica. Il Convegno di chiude alle ore 13.00.

Le precedenti edizioni (2015 – Pontano e le Stelle; 2016 – Pontano e il giardino; 2017 – Pontano e l’Umanesimo) sono state affiancate da concorsi a premi rivolti agli studenti delle scuole superiori di secondo grado.

La presente edizione è offerta gratuitamente agli insegnanti della scuola per la maturazione di crediti formativi (5 crediti).

Con la partecipazione degli studenti dell’Università degli Studi di Perugia (Corsi di Laurea in Lingue e culture straniere e Magistrale Italianistica).

Il grande letterato (nato a Cerreto di Spoleto il 7 maggio 1429), passati gli studi presso l’Accademia di Perugia, divenne stretto collaboratore della famiglia reale aragonese, e durante il lungo regno di Ferdinando I (1458-1496), detto Ferrante, figlio di Alfonso d’Aragona il Magnanimo, che aveva stabilito a Napoli la sua reggenza, affiancandolo nelle imprese militari e tramite l’attività diplomatica di mediazione nei contrastati rapporti con la Chiesa romana, nella lotta contro i baroni ribelli e nel tessere le instabili alleanze con gli Sforza di Milano e i d’Este di Ferrara, salì gradualmente a compiti di amministrazione e governo. Nello stesso periodo, fu personaggio di spicco del Porticus Antoniana, di cui divenne guida nel 1471 alla morte del fondatore Antonio Beccadelli detto il Panormita, e che conseguentemente prese il nome di Accademia pontaniana. Morto Ferrante nel 1494, sotto la minaccia della discesa militare di Carlo VIII che rivendicava agli Angiò il possesso del Regno di Napoli, la dinastia aragonese vacillò e Pontano si trovò costretto all’ingrato compito di consegnare la città ai francesi il 22 febbraio 1495. Quando pochi mesi dopo Ferrrandino, nipote di Ferrante, riuscì a rientrare a Napoli, Pontano si ritirò a vita privata, dedicandosi esclusivamente all’attività letteraria e sistemando la sua vasta opera. Morì a Napoli il 17 settembre 1503.

Governo e Follia

Convegno di Studi

Cerreto di Spoleto

Sabato, 1° dicembre 2018, ore 10.00-13.00

Sala del Teatro comunale

Programma

Saluti del Sindaco, Luciano Campana

Fabrizio Scrivano, Università degli Studi di Perugia, Introduzione

Amedeo Quondam, Sapienza Università di Roma, I discorsi sul governo

Antonietta Iacono, Università Federico II di Napoli, Il volto bestiale del potere

Lorenzo Geri, Sapienza Università di Roma, Follia e potere nei dialoghi di Pontano

Vincenzo Santoro, Dipartimento cultura e turismo – ANCI, Pontano e la Taranta

ore 13,00 Buffet

Aggiungi un commento