Giornata nazionale del paesaggio, le iniziative a Spoleto

Giornata nazionale del paesaggio, le iniziative a Spoleto

Appuntamenti speciali alla Rocca, al Museo archeologico ed al Tempietto sul Clitunno

share

Mercoledì 14 marzo 2018 si celebrerà in tutta Italia la seconda edizione della Giornata nazionale del paesaggio, istituita dal Mibact, ministero per i Beni e le attività culturali e il turismo, con l’obiettivo di valorizzare la tutela del paesaggio e la sua memoria storica per un uso consapevole del territorio.

Le finalità coincidono, per il 2018, con quelle dell’anno europeo del patrimonio culturale, che si prefigge, tra l’altro, di “sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo”.

Queste le iniziative che avranno luogo nei siti del Polo museale dell’Umbria:

  • Rocca albornoziana – Museo del Ducato di Spoleto: ore 16.30 Che vista! Visita guidata tematica a cura di Sistema Museo. L’attività inizia all’interno del Museo nazionale del Ducato, dove attraverso l’analisi di alcune opere d’arte, sarà evidenziato il profondo legame che lega tali manufatti e il territorio circostante. La visita è rivolta a un pubblico di adulti (massimo venticinque partecipanti); avrà la durata di circa un’ora. Per informazioni e prenotazioni: Sistema Museo, 0743.224952; museoducatospoleto@sistemamuseo.it
  • Museo archeologico nazionale di Spoleto: ore 10.30 La città, il bosco e la campagna: la nascita di un paesaggio. Visita guidata tematica a cura del personale del museo. Verrà  ripercorsa la storia della fondazione della colonia romana di Spoletium analizzando gli aspetti che nella coesistenza dei due popoli, Umbri e Romani, hanno portato alla nascita di una città e del paesaggio che ancora oggi la caratterizza.
  • Tempietto sul Clitunno: ore 11.00 Un viaggio nel tempo. La visita guidata intende far emergere la singolarità paesaggistica del monumento, che fa parte del sito “I Longobardi in Italia: i luoghi del potere”, iscritto nella Lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO nel 2011.

share

Commenti

Stampa