Genna, il maltempo può far slittare la fine del cantiere - Tuttoggi

Genna, il maltempo può far slittare la fine del cantiere

Redazione

Genna, il maltempo può far slittare la fine del cantiere

I lavori sono in via di ultimazione, martedì la data inizialmente stabilita | Ancora file per incidenti
Sab, 07/09/2019 - 09:58

Condividi su:


E’ legata alle condizioni meteo la riapertura del viadotto Genna e la fine del cantiere sul Raccordo Perugia – Bettolle. Da programma, infatti, martedì 10 settembre Anas dovrebbe il cantiere tra gli svincoli di Ferro di Cavallo e Madonna Alta, sul raccordo Perugia-Bettolle, dove sono in corso i lavori di risanamento definitivo del viadotto “Genna”.

Sono in via di ultimazione gli interventi relativi alla carreggiata in direzione Ponte San Giovanni, mentre, in accordo con il Comune di Perugia, i lavori sulla seconda carreggiata (direzione Bettolle) non saranno avviati immediatamente al fine di evitare disagi al traffico in autunno. L’esecuzione è programmata per la prossima estate, nel periodo di chiusura delle scuole, in considerazione del fatto che il tratto è utilizzato prevalentemente con funzione di tangenziale urbana. I lavori sono finalizzati a risolvere in via definitiva i problemi dovuti alla formazione ricorrente di dissesti sul piano viabile.

Come noto, il viadotto era stato interessato da lavori di ammodernamento delle barriere laterali di sicurezza nell’ambito del piano di riqualificazione del raccordo Perugia-Bettolle, completato da Anas (Gruppo FS italiane) nel 2016. Il piano, per un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro, aveva riguardato 12 interventi di manutenzione straordinaria, tra cui l’ammodernamento di 5 viadotti e 2 gallerie.

In seguito al completamento degli interventi erano stati riscontrati – unicamente su questo viadotto – dei dissesti sul piano viabile in corrispondenza di alcune delle campate interessate dai lavori, riconducibili alle attività di demolizione e rifacimento di parte della soletta, eseguite per realizzare le fondazioni delle barriere.

Anas aveva pertanto avviato fin da subito una serie di attività di studio e approfondimento tecnico, incaricando anche esperti esterni all’Azienda ed eseguendo campi prova in situ, al fine di accertare le cause dei dissesti e progettare gli interventi di risanamento dell’opera.

Successivamente si erano quindi svolte le procedure di aggiudicazione e affidamento dei lavori, concluse nei tempi previsti con l’obbiettivo di avviare il cantiere lo scorso giugno 2018, per eseguire gli interventi durante il periodo di chiusura estiva delle scuole, in modo da ridurre i disagi al traffico. L’impresa risultata vincitrice della gara d’appalto era stata però successivamente interessata da un’interdittiva antimafia e aveva contestualmente rinunciato all’affidamento.

Al contempo Anas ha periodicamente eseguito interventi provvisori di ripristino del piano viabile al fine di garantire la sicurezza della circolazione.

La fine dei lavori e dei disagi per gli automobilisti (anche ieri si è creata una lunga fila a causa di un tamponamento) è dunque questione di giorni. Anche se il maltempo potrebbe costringere gli automobilisti a pazientare ancora un po’.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!