Furto al "micro-birrificio" dell'Istituto Patrizi, produzione a rischio - Tuttoggi

Furto al “micro-birrificio” dell’Istituto Patrizi, produzione a rischio

Redazione

Furto al “micro-birrificio” dell’Istituto Patrizi, produzione a rischio

I ladri portano via un compressore e il macchinario collegato, necessario all'imbottigliamento | L'appello della dirigente scolastica
Mer, 06/04/2016 - 14:32

Condividi su:


Anche il micro-birrificio dell’Istituto Agraria di città di Castello, che qualche settimana fa si era guadagnato la ribalta nazionale per la qualità del prodotto e il metodo di lavorazione artigianale, è finito nel mirino dei ladri. I malviventi non sono riusciti ad accaparrarsi la prelibata birra, il passito e la pregiata grappa nella palazzina adiacente l’edificio scolastico adibita a cantina-laboratorio ma, dopo aver forzato la porta di ingresso, hanno prelevato un compressore e il relativo macchinario collegato utilizzato dagli studenti per completare il ciclo di imbottigliamento della birra con il tappo finale.

Un furto di modesta entità a livello economico, segnalato subito dalla dirigente scolastica Anna Rita Benedetti alle forze dell’ordine, che rischia però di mettere in ginocchio e rallentare l’attività della produzione artigianale, in particolare della birra ormai prossima a riprendere il secondo ciclo di imbottigliamento. Senza quella macchina, che consente con l’adeguata pressione di mettere i tappi alle bottiglie, tutto è destinato a fermarsi.

Proprio qualche settimana fa l’Istituto di Istruzione Superiore Patrizi-Baldelli-Cavallotti aveva ricevuto una donazione tecnologica da parte di Sogepu insieme alla Fondazione per l’Istruzione Agraria di Città di Castello che ha permesso di acquistare una caldaia, un fermentatore a temperatura controllata e un nuovo ammostatore, per produrre birra in maniera costante e con maggiore qualità.

La dirigente scolastica Benedetti lancia un appello e sottolinea l’importanza del laboratorio e l’apporto indispensabile della strumentazione collegata a tutto il ciclo artigianale della birra e degli altri prodotti di qualità: “Se non riusciremo al più presto a tornare in possesso del compressore e degli altri strumenti collegati per l’imbottigliamento della birra dovremo acquistarli per non compromettere il buon andamento del progetto”. Sono circa 200 gli allievi (fra cui anche alcuni ragazzi disabili che seguono con interesse e buoni risultati questo inedito laboratorio didattico) dell’Indirizzo agrario dell’istituto impegnati nella produzione della “Birra del Marchese Ugo Patrizi” sotto lo sguardo vigile del professor Alessandro Baldicchi.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!