“Fino al cielo risuona”, lo spettacolo teatrale che descrive la crisi economica - Tuttoggi

“Fino al cielo risuona”, lo spettacolo teatrale che descrive la crisi economica

Redazione

“Fino al cielo risuona”, lo spettacolo teatrale che descrive la crisi economica

Rappresentazione nata da un’idea dell’associazione Angeli della Finanza / Debutto il 22 novembre a Pontinia, poi altre tre date a Roma
Mer, 05/11/2014 - 09:50

Condividi su:


“Fino al cielo risuona”. E questo il titolo del primo spettacolo sulla crisi economica, nato da un’idea tra l’associazione di volontariato Angeli della Finanza e la compagnia teatrale Grosso Gatto. Il debutto avverrà al Teatro Fellini a Pontinia, il 22 Novembre alle ore 20.30, mentre le date del 9-10-11 gennaio 2015 avranno luogo al Teatro Testaccio di Roma.

Questo spettacolo, come spiega Domenico Panetta, fondatore e Presidente dell’associazione Angeli della Finanza, nasce per raccontare e ricordare le numerose tragedie che emergono quotidianamente nella cronaca italiana, dagli sfratti ai suicidi per crisi economica, dalla disoccupazione alle carenze di assistenza per i nuovi poveri. “Fino al cielo risuona” nasce anche con la volontà di trovare una soluzione a tutti questi problemi, con l’obiettivo di dare speranza a situazioni apparentemente non risolvibili.

Lo spettacolo consiste in due monologhi: il primo, drammatico, rappresenta uno spietato quadro del dramma e dell’immoralità politico-economica e sociale nel nostro Paese. In scena un’immaginaria first lady analizza la situazione dal proprio punto di vista, al cospetto delle vedove dei suicidi per crisi.

Il secondo monologo, giocoso e carico di speranza, propone invece una soluzione paradossale, con il rovesciamento e capovolgimento delle volontà, finalizzate non più ad un personale tornaconto, come nelle economie criminali e ciniche, ma ad una coesione sociale, ad un rapporto umano che torna ad essere fraterno, perché la speranza di soluzione è strettamente legata al senso di umanità e socialità riportate al loro significato più puro e semplice. Sul palco vediamo infatti una madre e moglie raccontare come la sua famiglia ha ritrovato la serenità liberandosi dalle pressioni economiche attraverso l’analisi della differenza tra ciò che è rilevante e ciò che è necessario.

La first lady sarò interpretata dall’attrice romana Alessia de Bortoli, con Giselda Palombi in scena per il secondo monologo e il musicista e compositore Giampietro Sidoni. Parte del ricavato sarà donato all’associazione Angeli della Finanza.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!