Festa della Mattonata, torna la tradizione con il corteo storico e il Palio dell'Oca - Tuttoggi

Festa della Mattonata, torna la tradizione con il corteo storico e il Palio dell’Oca

Davide Baccarini

Festa della Mattonata, torna la tradizione con il corteo storico e il Palio dell’Oca

Gio, 29/09/2022 - 18:01

Condividi su:


Domenica 2 ottobre torna l'edizione autunnale nelle vie del rione e nella centralissima Piazza Matteotti

Domenica 2 ottobre torna la Festa della Mattonata. L’edizione autunnale 2022, come da tradizione, culminerà con il Palio dell’Oca, la più antica rievocazione storica della città.

La giornata comincerà alle ore 10 con la Santa Messa presso il tabernacolo della Madonna in Via della Madonna; si prosegue alle ore 15 con il Palio dell’oca dei ragazzi ed altri giochi popolari riservati ai più piccoli, che saranno disputati in Piazza delle Oche e nelle vie circostanti.

Alle ore 16.30 torna anche il corteo storico, che partirà dalla sede sociale di Via del Mulino e, dopo aver percorso alcune delle vie più caratteristiche del rione e Corso Vittorio Emanuele, si fermerà in Piazza Matteotti, dov’è prevista l’esibizione del Gruppo Sbandieratori di Subbiano e la solenne investitura del “Cavaliere dell’Oca 2022”.

Alle 17.30 in Piazza Matteotti riecco il Palio dell’Oca, manifestazione popolare che la Società Rionale ha ripristinato nel lontano 1946 e tenuto in vita sino ai giorni nostri. Il Palio non è che una parodia popolare degli antichi tornei cavallereschi dei nobili, ai quali il popolo non poteva partecipare mentre l’oca è una versione “economica” del premio, che sostituiva la ricca damigella o il castello. La gara consiste nell’infilare un lungo palo di legno nel foro di un mastello pieno d’acqua, posto a circa 3 metri di altezza, al cui interno vi è un’oca finta, il tutto stando in piedi sopra un carretto tirato da due persone.

La Società Rionale Mattonata, fondata nel 1885, svolge numerose attività e iniziative di carattere culturale, ricreativo e sociale, con la primaria e costante finalità di salvaguardia, mantenimento e divulgazione delle più genuine tradizioni popolari della città, contribuendo, in tal modo, alla creazione di ulteriori opportunità per la rivitalizzazione del centro storico, lo sviluppo della convivenza civile, la tutela della memoria storica della comunità tifernate e della coscienza e del rispetto delle sue origini.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!