Fcu, rivedere orari e istituire corse veloci. Le proposte da sottoporre alla Regione - Tuttoggi

Fcu, rivedere orari e istituire corse veloci. Le proposte da sottoporre alla Regione

Redazione

Fcu, rivedere orari e istituire corse veloci. Le proposte da sottoporre alla Regione

Mer, 21/04/2021 - 17:01

Condividi su:


Voto unanime della Seconda commissione sulla proposta di risoluzione unitaria, che ha visto coinvolti anche i sindaci dell'Altotevere e l'associazione 'Il Mosaico'

La Seconda Commissione regionale ha approvato una proposta di risoluzione riguardante infrastruttura e servizi della Ferrovia Centrale Umbra (Fcu) e che prevede interventi per l’ottimizzazione degli orari di trasporto e il coinvolgimento dei sindaci dei territori interessati.

Il documento di indirizzo è stato predisposto e votato all’unanimità – da Mancini, Nicchi, Pastorelli e Rondini (Lega), Bettarelli e Paparelli (Pd) e Bianconi (Misto) – dopo un percorso particolarmente partecipato, a partire dai rappresentanti dell’associazione ‘Il Mosaico’, che hanno rimarcato “l’urgenza di interventi immediati per mitigare il disservizio ai danni di pendolari e studenti, soprattutto in Altotevere“. Alle riunioni della Commissione hanno preso parte anche l’assessore regionale Enrico Melasecche, i sindaci altotiberini e il direttore di Busitalia Umbria.

Sindacati invadono binari, “Situazione ferrovia è drammatica, ora basta”

Nel documento, che sarà illustrato all’Aula dal presidente di commissione Mancini, si mira ad impegnare la Giunta regionale a rivedere l’attuale orario di servizio, con l’eliminazione delle corse veloci su gomma, che pur collegando Città di Castello a Perugia Sant’Anna, bypassano i centri abitati di Umbertide e Ponte San Giovanni, nodi fondamentali per il trasporto ferroviario in Umbria. A tal fine occorre prevedere l’istituzione di treni veloci con fermate su Trestina, Umbertide e Ponte San Giovanni, con 3 corse veloci nel corso della mattinata, e 3 corse di rientro senza ulteriori aggravi in termini di kilometri-treno.

Obiettivo primario è inoltre ristabilire il collegamento ferroviario Città di Castello-Sansepolcro, nella volontà politica che tutto l’intero tratto ferroviario diventi di interesse nazionale e ripristinare la ferrovia Sansepolcro-Arezzo. “Occorre assumere ogni iniziativa, coinvolgendo anche i sindaci dei Comuni interessati, per rendere effettivo il collegamento tra il fondovalle e i Comuni collinari dell’Altotevere, anche mediante l’integrazione con bus di minore dimensione, in maniera tale da rendere effettivo lo sfruttamento della rete ferroviaria per finalità turistiche“.

Auto rimane bloccata sui binari, evitata tragedia “grazie” al treno lumaca

E’ stato anche ricordato che “il tratto nord non è considerato di interesse nazionale. Nonostante i lavori di rinnovamento permangono situazioni di disservizio per i residenti nei Comuni dell’Altotevere, che ogni giorno hanno la necessità di spostarsi verso Perugia e la Toscana. Tali criticità nel servizio derivano anche dalle limitazioni di velocità imposte dall’assenza nell’infrastruttura di moderni dispositivi di sicurezza previsti dalla legge, a cui si aggiunge la presenza di passaggi a livello privi di barriere che obbligano i treni ad un’ulteriore riduzione della velocità.

“La ex Fcu – viene rimarcato – rappresenta un’opportunità di sviluppo per tutto il territorio regionale anche dal punto di vista turistico, per la sua possibilità di collegamento alle molte ciclovie e ai cammini e sentieri che attraversano gli splendidi borghi umbri”. Il presidente Mancini ha espresso soddisfazione per il “lavoro unitario che ancora una volta la Seconda Commissione ha portato a compimento. La nostra azione diventa importante per la Giunta alla quale chiediamo di accogliere e promuovere le nostre iniziative”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!