FarmaciaTerni, lavoratori interrompono consiglio comunale

FarmaciaTerni, lavoratori interrompono consiglio comunale

Preoccupazione per il futuro di alcuni lavoratori della partecipata del Comune

share

Durante la seduta del Consiglio Comunale di Terni di ieri, l’assemblea è stata temporaneamente interrotta da una delegazione di lavoratori e lavoratrici delle farmacie comunali di Terni, che si sono recati in sala consiliare insieme alle segreterie territoriali di Filcams Cgil, Uiltucs Uil e Fisascat Cisl, per poter conferire col sindaco di Terni, Leonardo Latini, e con i capigruppo del Consiglio Comunale.

Oggetto del confronto, chiesto più volte dalle organizzazioni sindacali che non avevano finora ottenuto alcuna risposta, il futuro dell’azienda farmaceutica comunale, partecipata al 100% dal Comune di Terni.

“Le preoccupazioni delle organizzazioni sindacali – si legge in una nota congiunta – riguardano innanzitutto il mantenimento della centralità e della strategicità di Farmaciaterni, unitamente alle garanzie sull’occupazione. Tematiche da tempo al centro della discussione, come la non approvazione del bilancio aziendale e la recente vicenda della mancata proroga di 9 contratti a tempo determinato hanno ulteriormente dimostrato”.

“Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil – prosegue la nota sindacale – apprezzano l’impegno preso dal sindaco di Terni in relazione alla organizzazione di un incontro specifico su FarmaciaTerni”.

“Tuttavia concludono i sindacati nel merito permangono preoccupazioni circa il futuro dell’azienda, il rilancio della stessa e l’organizzazione che il Comune di Terni intende darle al fine di garantire occupazione e il mantenimento dell’elevato livello dei servizi offerti dalle farmacie comunali”.

share

Commenti

Stampa