FarmaciaTerni, dietrofront giunta Latini "Stop alla vendita, società non appetibile" - Tuttoggi

FarmaciaTerni, dietrofront giunta Latini “Stop alla vendita, società non appetibile”

Luca Biribanti

FarmaciaTerni, dietrofront giunta Latini “Stop alla vendita, società non appetibile”

Delibera di giunta che blocca l'iter per la privatizzazione
lunedì, 24/09/2018 - 15:57

Condividi su:


FarmaciaTerni, dietrofront giunta Latini “Stop alla vendita, società non appetibile”

Al momento è stato bloccato il processo di privatizzazione della società FarmaciaTerni, con la cessione del 90% delle quote, perché non considerata appetibile così come strutturata ora: criticità finanziarie, troppi dipendenti e poco redditizia, sembra, insomma, che nessuno sia interessato all’acquisto.

È quanto rilevato dalla giunta Latini, che tramite l’assessore Fabrizio Dominici, aveva espresso la volontà di procedere spediti verso la vendita. Ma in una delibera di giunta di questa mattina si è deciso di stoppare l’iter e di procedere, invece, a un processo di ristrutturazione della società per renderla, in futuro, più facilmente vendibile.

“La crisi del mercato del farmaco si legge nella delibera di giunta sta comportando un minor interesse degli investitori privati all’acquisto di quote di aziende pubbliche e ha avuto come conseguenza quella di modificare e rimodulare la strategia gestionale prevista; la situazione economica in cui versa attualmente la Società FarmaciaTerni srl, le criticità finanziarie riscontrate nonché l’elevato numero di dipendenti in organico presso la medesima, portano a considerare la società non appetibile sul mercato del farmaco con un probabile minore interesse degli investitori privati a partecipare alle gare per acquisire quote di FarmaciaTerni srl e/o di deprezzamento delle stesse; si rende necessario procedere ad una riorganizzazione, ristrutturazione e gestione manageriale tale da rendere la Soc. FarmaciaTerni srl concorrenziale nel mercato nazionale anche per quanto riguarda il livello di redditività”.

Da queste premesse la giunta ha deliberato: “di dare avvio a tutte quelle attività necessarie e indispensabili ad una riorganizzazione, ristrutturazione e gestione manageriale di FarmaciaTerni srl, tale da renderla concorrenziale sul mercato nazionale; di valutare, in tempi successivi, attuato quanto sopra, la soluzione gestionale più consona alle esigenze, agli obiettivi e agli interessi dell’Ente e della Società FarmaciaTerni srl, compresa la valutazione dell’opportunità di cedere definitivamente le quote sociali; di comunicare l’esito della presente, ai sensi dell’art. 17, D.L. n. 90/2014 e s.m.i., con le modalità ex D.M. 25 gennaio 2015 e ai sensi di quanto disposto dall’art. 15 del T.U.S.P.; di inviare copia della presente deliberazione alla competente Sezione regionale di Controllo della Corte dei Conti con le modalità indicate dall’art. 24, commi 1 e 3, T.U.S.P.”.


Condividi su:


Aggiungi un commento