Ex Novelli, Saverio Greco "Basta sciacallaggio" | Utili nel 2017 - Tuttoggi

Ex Novelli, Saverio Greco “Basta sciacallaggio” | Utili nel 2017

Redazione

Ex Novelli, Saverio Greco “Basta sciacallaggio” | Utili nel 2017

L'ad di Alimentitaliani ascoltato in Seconda commissione regionale: nel 2016 perdite per 1,2 mln al mese, ora 'ebtda' di 2,8 mln | Il 19 giugno nuovo incontro con i sindacati
Mar, 06/06/2017 - 10:52

Condividi su:


Ex Novelli, Saverio Greco “Basta sciacallaggio” | Utili nel 2017

Utili tra le aziende ex gruppo Novelli nel 2017, grazie al concordato preventivo a cui è stata ammessa Alimentitaliani  srl dal tribunale di Castrovillari. E’ quanto ha spiegato l’amministratore delegato dell’azienda del gruppo iGreco, costituita nei mesi scorsi per acquisire le società in passato del gruppo Novelli, Saverio Greco, durante l’audizione in Seconda commissione regionale.


Ex Gruppo Novelli – Alimentitaliani, tutti gli articoli


L’ex azienda Novelli ha ripreso a camminare e i numeri dal primo gennaio 2017 ci stanno dando ragione”  ha voluto rimarcare Greco davanti all’organismo regionale presieduto da Eros Brega. L’ad di Alimentitaliani è stato invitato a Palazzo Cesaroni per relazionare sulla “situazione relativa alla ex Novelli (oggi Alimenti Italiani Srl), al piano industriale e alle prospettive, con particolare riguardo agli standard produttivi ed occupazionali”. Incontro  che era stato richiesto dal vicepresidente della Commissione, Emanuele Fiorini (Lega Nord), anche alla luce delle polemiche delle ultime settimane tra i lavoratori amministrativi di Terni.

Rispondendo alle domande dei commissari presenti, Greco ha spiegato che “con la domanda di concordato preventivo si è dovuta stoppare l’enorme mole debitoria che proveniva dal passato. L’accordo sindacale stipulato al Mise e poi approvato dai dipendenti sta procedendo e, anzi, è stato addirittura abbattuto il numero originario di esuberi, in quanto stiamo lavorando alla rimodulazione degli aspetti organizzativi. In sostanza, ad oggi, da 51 esuberi previsti, tra gli impiegati, siamo scesi a 41. Si tratta indubbiamente di un’ottima risposta al lavoro che stiamo portando avanti. Nel 2016 le perdite erano di circa 1,2 milioni di euro al mese, nel 2017 registriamo invece un utile, un ‘ebitda’ (indicatore di redditività) di circa 2,8 milioni di euro. Siamo pertanto fiduciosi per il futuro dell’azienda, a patto che non si continui a fare sciacallaggio, anche a livello di informazione. Mi preme sottolineare che la Grande distribuzione organizzata (Gdo) è molto attenta agli sviluppi della situazione. Stiamo cercando di mantenere aperta ogni finestra per arrivare alla conclusione dell’iter per l’approvazione del concordato, per il quale stiamo predisponendo una bozza che potrà soddisfare i creditori, seppure non totalmente, rilanciando il Gruppo. L’auspicio è ritrovarci tra qualche mese a parlare dell’ex Gruppo Novelli come una realtà rilanciata e pronta a rivivere i fasti del passato”.

Prima dell’audizione, il presidente Brega ha informato i commissari della richiesta proveniente dai sindacati di poter anch’essi relazionare in Commissione sulla situazione dell’azienda. È stata così programmata una riunione in proposito per il prossimo lunedì 19 giugno nella quale, nel corso della mattinata verranno ascoltati i rappresentanti dei lavoratori, mentre nel primo pomeriggio la riunione si concluderà con un nuovo incontro con l’amministratore di Alimentitaliani Srl, Saverio Greco.

Aggiungi un commento