Esordio a Ceccano per la Maran Spoleto

Esordio a Ceccano per la Maran Spoleto

share

La Maran Spoleto torna ufficialmente sul campo domani con l'apertura del campionato di serie A2 di calcio a 5.
Dopo cinque settimane di intensa preparazione, dopo una lunga serie di amichevoli, più o meno impegnative, ora si fa sul serio: ci sono i tre punti in palio. Tra i bluarancio e la vittoria ci sarà un ostacolo molto duro: la neopromossa Vetus Ceccano. I ciociari si presentano al loro primo campionato di serie A2, dopo la vittoria nel girone E di serie B, quello ritenuto dagli addetti ai lavori il più difficile tra i sei.
“Non ci poteva capitare partita più difficile – dice mister Monsignori, all'esordio sulla panchina spoletina, – visto che sono una squadra molto giovane ed ambiziosa, con un tecnico molto preparata come Tallarico, che si è già seduto su panchine di serie A. Fra l'altro, a differenza nostra, giocano su un campo enorme, il massimo consentito dal regolamento; mentre noi ci alleniamo e giochiamo su un campo molto piccolo.”
Oltre tutto, a rendere ancora più complicato l'esordio della Maran, ci sono vari problemi. Passato Falcioni al Perugia (alla corte di Albani), squalificati Algodão e Bruno Cavalli (che scontano la squalifica rimediata nella finale dei playoff dello scorso maggio), ancora indisponibile Ricardo per motivi burocratici, in dubbio Clementini e Tomassoni per acciacchetti vari, pronto anche il giovane D'Angeli, visto che anche il portiere Adilson è sofferente per un colpo alla schiena. Tuttavia il mister fa buon viso a cattivo tempo. “Abbiamo a disposizione una rosa molto numerosa, proprio per poter affrontare con una certa serenità anche questo tipo di emergenze: mi fido molto di ogni elemento di questo gruppo. Sì, è vero, mi mancheranno due attaccanti, ma ho altri ragazzi che possono tranquillamente giocare nel ruolo di pivot, anche se con caratteristiche diverse da Bruno e Ricardo.”
Niente pronostici però, anche se il precampionato ha visto un'ottima Maran, soprattutto nell'ultima uscita in cui ha rifilato un perentorio 7-0 al Magione.
“Il campionato è un'altra cosa e, francamente, sono curioso di vedere che cosa saremo capaci di fare in una partita vera.”

share

Commenti

Stampa