Efficienza energetica, altri 3,1 milioni per interventi su patrimonio edilizio pubblico

Efficienza energetica, altri 3,1 milioni per interventi su patrimonio edilizio pubblico

Dalla Regione Umbria finanziamenti per 6 scuole e 2 Municipi. Altri fondi per l’efficientamento energetico di alcune case di edilizia residenziale pubblica

share

Un ulteriore finanziamento di 3 milioni e 100 mila euro per gli interventi di efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico umbro: lo ha disposto la Giunta regionale dell’Umbria. “Importanti risorse – sottolinea l’assessore regionale all’Ambiente, Fernanda Cecchini – che la Regione mette a disposizione per il 2019 e che consentiranno di attuare nuovi interventi di razionalizzazione e riduzione dei consumi di energia negli edifici pubblici, finanziando ulteriori progetti dei Comuni inseriti nella graduatoria del bando attivato nel 2017 e proseguendo il programma di efficientamento energetico dell’edilizia residenziale pubblica”.

  “Potranno così essere attuati – spiega – due interventi ad Umbertide, alla palestra della scuola secondaria di I grado ‘Mavarelli-Pascoli’ e alla scuola primaria e annessa palestra della frazione di Pierantonio, due interventi ad Arrone che riguarderanno la scuola elementare e la scuola media. Verranno resi più efficienti dal punto di vista energetico il palazzo comunale del Comune di Giove e la sede comunale del Comune di Penna in Teverina, la scuola secondaria di I grado a Bastardo di Giano dell’Umbria e la scuola materna asilo nido ‘Quadrumani’ di Montefalco. Otto interventi che comporteranno una spesa complessiva di quasi 2 milioni di euro”.

   “La somma restante, oltre 1 milione e 100mila euro – prosegue l’assessore -, servirà a realizzare interventi dell’Ater negli alloggi di edilizia sociale in diversi centri umbri, andando a finanziare il secondo stralcio del Programma di interesse regionale per l’efficientamento energetico dell’edilizia residenziale pubblica”.

   “L’efficienza energetica del patrimonio pubblico umbro – ricorda l’assessore – è tra le priorità della Strategia energetico- ambientale regionale e nella programmazione del fondo Fesr 2014-2020 abbiamo destinato a questo scopo oltre 30 milioni di euro. Una somma ingente, che consente però di soddisfare solo parzialmente il fabbisogno complessivo: dalla ricognizione effettuata, infatti, risulta che sono oltre 950 gli edifici pubblici da rendere più efficienti per un costo preliminare stimato superiore a 200 milioni di euro, sicuramente inferiore a quello effettivo”.

   “C’è una forte richiesta di sostegno agli investimenti che proviene dalle amministrazioni del territorio – prosegue – tanto che al bando del 2017, l’ultimo emanato, c’è stata una partecipazione significativa, con 115 istanze di interventi, per un costo complessivo di investimento superiore a 40 milioni di euro”.

“Sulla base delle risorse comunitarie rese disponibili al bilancio regionale, ad oggi sono stati attivati 46 interventi per oltre 14 milioni di euro. Inoltre, è ingente – rileva ancora – l’esigenza finanziaria per l’efficienza energetica del patrimonio residenziale pubblico, quantificata in oltre 21 milioni di euro per oltre 140 edifici. In questo caso, con il primo stralcio di finanziamento, sono stati fatti interventi su 21 edifici con un investimento di 2,7 milioni di euro”.

   “Le risorse che abbiamo ora messo a disposizione, in applicazione dell’Accordo Stato Regioni dell’ottobre scorso – dice ancora l’assessore Cecchini – accelerano e danno impulso agli investimenti. Abbiamo infatti stabilito di dare priorità allo scorrimento della graduatoria del bando pubblico relativa a interventi di medio-grandi dimensioni e secondariamente, sulla base degli importi concedibili, allo scorrimento della graduatoria che riguarda interventi di piccole dimensioni, riservando circa un terzo dello stanziamento per l’edilizia residenziale pubblica”.

   “Una decisione che ci ha permesso di attivare il massimo degli investimenti possibili – rileva – e di assicurare una rapida finanziabilità ed esecutività dei lavori”.

share

Commenti

Stampa