Edilizia cimiteriale, 900mila euro per interventi su capoluogo e frazioni - Tuttoggi

Edilizia cimiteriale, 900mila euro per interventi su capoluogo e frazioni

Redazione

Edilizia cimiteriale, 900mila euro per interventi su capoluogo e frazioni

Con l'approvazione del bilancio di previsione si liberano ingenti risorse per ampliamenti a Città di Castello, San Leo, Lerchi, Promano, San Secondo, Santa Lucia Lugnano e Badia Petroia
Gio, 06/04/2017 - 16:25

Condividi su:


Edilizia cimiteriale, 900mila euro per interventi su capoluogo e frazioni

Edilizia cimiteriale a Città di Castello: con l’approvazione del bilancio di previsione si liberano le risorse, circa 900mila euro nel 2017, destinate ad interventi nei cimiteri del capoluogo e della periferia.

Ne dà notizia l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Secondi, sottolineando come “gli interventi siano stati programmati con largo anticipo, sapendo che l’estensione delle disponibilità e il ripristino funzionale delle varie sedi sono un’esigenza molto diffusa, che interessa un numero crescente di cittadini“.

Nel corso dell’anno saranno costruite nuove batterie di loculi a San Leo Bastia, Lerchi e Promano per un importo di 200mila euro. Attualmente gli uffici stanno predisponendo gli atti della gara, con apertura del cantiere presumibilmente a luglio e conclusione a dicembre. Saranno invece terminati entro la primavera del 2018 gli ampliamenti nei cimiteri di Santa Lucia, San Secondo, Badia Petroia e Lugnano per altri 200mila euro per un progetto in corso di redazione e i cui tempi tecnici lasciano spazio ad un avvio di lavori entro novembre prossimo.

La partita più consistente, per circa 500mila euro, riguarda il cimitero monumentale, che verrà ampliato a partire da dicembre 2017.

Ben 900mila euro complessivi per l’edilizia cimiteriale – ha aggiunto Secondi – sono un investimento consistente ma necessario a dare risposte tempestive ai cittadini e mantenendo nel decoro strutture che sono punto di riferimento per le famiglie e rappresentato, al pari di altri luoghi, un presidio per le comunità. Nell’ambito di un patrimonio molto ricco per le dimensioni del nostro Comune, i cimiteri costituiscono una fetta importante della gestione – conclude l’assessore – attualmente abbiamo 47 sedi sparse nel territorio e 25mila tombe. Gli interventi programmati porteranno questo corredo a circa 34mila con un incremento complessivo di 800-900 posti”.


Condividi su:


Aggiungi un commento