Economia ternana, on line il rapporto semestrale dell´Osservatorio provinciale istituito in Prefettura - Tuttoggi

Economia ternana, on line il rapporto semestrale dell´Osservatorio provinciale istituito in Prefettura

Redazione

Economia ternana, on line il rapporto semestrale dell´Osservatorio provinciale istituito in Prefettura

Nel secondo semestre 2016 affievoliti i segnali di ripresa registrati nel 2015 | Continua la flessione delle imprese nella manifattura e nelle costruzioni
Lun, 31/07/2017 - 10:46

Condividi su:


Pubblicato oggi il Rapporto Statistico “Indicatori dell’economia ternana” realizzato dall’Osservatorio provinciale istituito in Prefettura ed al quale hanno partecipato Istat, Regione Umbria, Camera di Commercio, I.N.P.S. e Direzione Territoriale del Lavoro, con il contributo informativo della Banca d’Italia.

La pubblicazione – aggiornata al 31 dicembre 2016 – mette in relazione i dati statistici ufficiali forniti da diversi enti ed amministrazioni operanti sul territorio e si propone di fornire agli enti pubblici ed agli operatori economici una documentata chiave di lettura dell’andamento dell’economia ternana.

I principali indicatori presi in esame nella pubblicazione riguardano la vitalità delle imprese, il commercio con l’estero, le dinamiche occupazionali e creditizie, gli ammortizzatori sociali e il turismo.

Il documento sarà disponibile on line sui siti di tutti gli enti e le amministrazioni che partecipano all’Osservatorio.

SINTESI

Nel secondo semestre 2016, l’economia ternana ha visto affievolirsi i segnali della moderata ripresa che si era manifestata nel 2015 e nella prima parte dell’anno successivo. Quasi tutti gli indicatori economici analizzati rispetto a vari ambiti di osservazione (imprese, commercio estero, lavoro, credito) mostrano un rallentamento dell’andamento crescente che aveva interrotto il prolungato periodo negativo degli anni precedenti.
Negli ultimi due trimestri del 2016 la consistenza delle imprese attive è rimasta stazionaria e tale andamento ha affievolito la ripresa della crescita delle unità imprenditoriali che si era manifestata nella prima metà dell’anno. Continua la flessione delle imprese nella manifattura e nelle costruzioni mentre i segnali di crescita si concentrano nel comparto dei servizi.
Per quanto riguarda il commercio con l’estero, il secondo semestre 2016 registra una diminuzione sia delle importazioni che delle esportazioni, invertendo la tendenza rilevata alla fine del 2015 e nella prima parte dell’anno.
Nel corso del 2016, gli occupati sono diminuiti di oltre mille unita e le persone in cerca di occupazione sono scese di quasi duemila unità; tali andamenti comportano una riduzione complessiva della partecipazione al mercato del lavoro e un aumento degli inattivi. I dati sull’andamento del mercato del lavoro derivanti dall’indagine Istat trovano conferma in quelli di natura amministrativa – provenienti dalle comunicazioni obbligatorie – che indicano una diminuzione sia delle persone avviate al lavoro che delle trasformazioni dei rapporti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato.
Nel secondo semestre 2016 è inoltre aumentato l’utilizzo della cassa integrazione ordinaria, mentre è calato il ricorso sia a quella straordinaria che a quella in deroga
Per quanto riguarda il credito, il relativo mercato conferma i segnali di ripresa caratterizzati da un aumento dei prestiti bancari e riguardanti principalmente i prestiti alle famiglie. L’indice d’ingresso in sofferenza dei crediti bancari è rimasto
sostanziale stabile; i protesti sono diminuiti sia come consistenza sia come valore.
Indicazioni negative provengono anche dal settore turistico, che nel secondo semestre del 2016 è stato caratterizzato da una forte flessione degli arrivi e delle presenze, sia dei clienti italiani che di quelli stranieri, subendo gli effetti negativi del terremoto che ha coinvolto il territorio appenninico nella seconda metà dell’anno.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!