Ecomuseo di Scopoli, il caso diventa regionale - Tuttoggi

Ecomuseo di Scopoli, il caso diventa regionale

Claudio Bianchini

Ecomuseo di Scopoli, il caso diventa regionale

La vicesindaco Barbetti coglie l'appello del Comitato Val Menotre per rilanciare la struttura
Ven, 29/09/2017 - 16:36

Condividi su:


Ecomuseo di Scopoli, il caso diventa regionale

La gestione e la valorizzazione dell’Ecomuseo di Scopoli, diventano delle priorità nell’ambito della rete museale cittadina, ed ora il caso finirà all’attenzione del tavolo regionale. A prendere l’impegno, è direttamente la vicesindaco con delega alla cultura, Rita Barbetti, che a seguito delle recenti polemiche riguardanti la struttura, ha deciso di affrontare la questione in maniera concreta.

L’Ecomuseo scopolano, inaugurato nel febbraio del 2015 venne scelto come una delle dodici postazioni, nell’ambito della rete dell’ecomuseo diffuso lungo l’Appennino. Di fatto si tratta di pannelli illustrativi posizionati su tavole di legno, concetto di gran lunga superato rispetto a più moderni ed attrattivi allestimenti.

“Condivido quanto sostenuto da Alessio Fiacco del Comitato Valmenotre – commenta la vicesindaco – Scopoli deve essere inserita a pieno titolo nell’ambito dell’itinerario storico artistico e paesaggistico dell’asse Pale Rasiglia, e l’Ecomuseo può e deve essere una carta strategica. Nei prossimi giorni incontrerò i responsabili del settore museale della Regione dell’Umbria – fa sapere la Barbetti – ed inserirò nella discussione anche le possibilità di valorizzare questa struttura”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!