Dramma alla “Due Mondi”: ciclista in coma a Perugia, diversi feriti fra Foligno e Spoleto. Intervento dei Carabinieri - Tuttoggi

Dramma alla “Due Mondi”: ciclista in coma a Perugia, diversi feriti fra Foligno e Spoleto. Intervento dei Carabinieri

Redazione

Dramma alla “Due Mondi”: ciclista in coma a Perugia, diversi feriti fra Foligno e Spoleto. Intervento dei Carabinieri

Dom, 01/04/2012 - 18:10

Condividi su:


Carlo Ceraso
E’ gravissimo il bilancio dell’incidente occorso questa mattina a Gualdo Cattaneo durante la “Granfondo dei Due Mondi”, l’evento ciclistico organizzato dal Forhans Team e dal GS Spoleto con il patrocinio del Comune: un 35enne è in coma al policlinico di Perugia, mentre altri due ciclisti si trovano ricoverati presso l’ospedale di Foligno. A causarla, a quanto sostengono alcune fonti non confermate, sarebbe stato uno scooterista che si trovava lungo il percorso, forse proprio uno degli addetti alla corsa. Una ipotesi contraria a quella fornita pochissimi minuti fa dall’ufficio stampa della manifestazione: “il presidente Gianluca Cafalpietra ha parlato con tutti gli addetti del percorso e nessuno è venuto a contatto con i corridori o ha provocato la caduta a seguito di una manovra azzardata”. Ma andiamo con ordine.
L’incidente – sono le 10.20 quando suona il centralino del 118 al quale viene segnalata la rovinosa caduta di alcuni corridori. Una ambulanza parte dal presidio di Ponte di Ferro, un’altra da Foligno mentre una terza macchina sanitaria trasporta sul luogo un medico. Il mezzo di soccorso a disposizione della manifestazione sembra fosse impegnata nel soccorrere un atleta rimasto ferito in un altro punto del percorso della Gran Fondo. L’ambulanza di Ponte di Pietra si occupa del più grave dei feriti, S.P., 35 anni del Bike 99 Broadcast de L’Aquila, che ha perso conoscenza e ha difficoltà a respirare. Il medico ne dispone il trasferimento al nosocomio perugino dove l’atleta arriva in coma. La prima Tac, a quanto riferiscono dal Team 99 (che ha ovviamente sospeso la corsa dei propri ciclisti), evidenzia una lesione al cervello e un forte trauma all’occhio destro. L’abruzzese è stato rianimato e messo in coma farmacologico; i medici attendono il responso di una seconda Tac per decidere se intervenire chirurgicamente. Meno gravi le condizioni di altri due corridori, F.F., 40 anni, e G.M., 50 anni, entrambi residenti a Roma e ricoverati all’ospedale di Foligno: a quanto è dato sapere il primo ha riportato la frattura del femore, il secondo quella di un clavicola e un piccolo trauma cranico. Un quarto uomo, in sella alla due ruote, ha riportato una ferita ad un braccio che i sanitari del pronto soccorso di Spoleto hanno curato con 6 punti di sutura. L’uomo ha raggiunto l’ospedale in sella alla propria bici e subito dopo le cure avrebbe raggiunto la piazza
La dinamica – sarebbe stato uno dei due ciclisti della Capitale a fornire una versione dei fatti che, ovviamente, attende di essere verificata dalle autorità. Uno scooterista avrebbe commesso una manovra che ha provocato la caduta di alcuni ciclisti che si trovavano in coda al gruppo. Versione che contrasta con quella della Gs Spoleto. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Gualdo Cattaneo, alle dipendenze della compagnia di Foligno, ai quali spetterà il compito di ricostruire la dinamica con le testimonianze dei feriti.
La preoccupazione del team– la notizia delle gravi condizioni di S.F. ha letteralmente sconvolto lo staff e i ciclisti della Team99, alcuni dei quali si trovano a Perugia vicino al loro sfortunato compagno di squadra. “In quel punto si viaggia intorno ai 50 km orari; purtroppo ha battuto violentemente il capo all’altezza dello zigomo, dove la testa non è protetta dal casco” ci dice Luca Gala del Team99. “Siamo molto preoccupati dell’incidente occorso al nostro amico” commenta al cellulare il presidente del gruppo sportivo aquilano Alessandro Celi “speriamo che tutto possa risolversi per il meglio perché la situazione è critica”.
Polemiche – la manifestazione ciclistica, giunta alla ottava edizione, si snoda su due percorsi, la Mediofondo di 97 km, e la Granfondo di 136 chilometri. La notizia del grave incidente ha sollevato qualche polemica fra i partecipanti anche per il ritardo dei soccorsi. “Anche se questo incidente ha avuto altre cause, l’organizzazione non si è dimostrata il massimo” dice uno dei rappresentanti della Team99 “specie per la segnaletica lungo il percorso”.
© Riproduzione riservata
Foto generica tratta da internet

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!