Digital Divide, monitoraggio della rete in Umbria – Comunicazione aperta con cittadini e aziende

Digital Divide, monitoraggio della rete in Umbria – Comunicazione aperta con cittadini e aziende

share

An.Fior.

Diminuire le aree umbre prive di banda larga.Questo è l'obiettivo del nuovo portale digitaldivide.umbria.it presentato oggi, alle ore 11:00 nella sede della Regione Umbria di piazza Partigiani.
Voluto dalla Regione Umbria, il sito è stato creato dalla società Centralcom.spa in collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia che ha fornito il supporto tecnico, con i fondi del Por-Fesr (Programma Operativo Regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013).
Il progetto è stato presentato da Roberto Cerquaglia che ha curato il sito, insieme a Bruno Castellani amministratore delegato unico di Centracom, il professor Luca Gammaitoni della Facolta di Fisica e l'assessore regionale alle infrastrutture immateriali Stefano Vinti, che ha dichiarato: “Il progetto nasce dall’esigenza di monitorare lo stato del Digital Divide nel territorio regionale e si inserisce nell’ambito delle attività per l’Umbria Digitale legate all’Agenda Digitale Europea ed all’Agenda Digitale Italiana. Le informazioni acquisite – ha continuato l'assessore – potranno essere utili anche per orientare e supportare le scelte di investimenti pubblici e privati per lo sviluppo delle reti di ultima generazione nella nostra regione. Gli obiettivi del progetto, che si concretizza con la realizzazione di questo portale, sono da un lato il superamento di ogni forma di esclusione digitale assicurando l’accesso alla rete come diritto universale; dall’altro favorire lo sviluppo delle infrastrutture di nuova generazione per sostenere una crescita ad alto contenuto tecnologico e di conoscenza”
Il Portale vuole dunque essere il luogo dove i cittadini, le imprese e le pubbliche amministrazioni possano segnalare le carenze o migliori prestazioni dei servizi a banda larga. Così le pubbliche amministrazioni potranno elaborare politiche di sviluppo e di miglioramento delle infrastrutture. Per fornire la struttura ideale al miglioramento della banda larga nelle aree più carenti. Un monitoraggio continuo.
Ma il potenziamento effettivo della banda larga passerà per l'azione degli operatori. Grazie a questo portale potranno capire quanta domanda di connessione c'è nelle aree più carenti e se lo ritengono vantaggioso, intervenire. Inoltre gli operatori, attraverso il portale potranno segnalare agli utenti le aree di copertura di loro pertinenza.
Anche se è chiaro il sito non sarà un luogo dove segnalare i disservizi di uno specifico operatore o fare pubblicità alle proprie iniziative.
Per accedere al sito basta inserire nella banda degli indirizzi : www.digitaldivide.umbria. Dopo essersi registrati si potrà inviare la propria segnalazione che verrà inviata e comparirà sulla Mappa del divario digitale presente nel sito. Il portale ha una applicazione valida per iOS e Android, chiamata: “Digital Divide”

share

Commenti

Stampa