Degrado senza fine al parcheggio dell'ospedale, Morini deposita interpellanza - Tuttoggi

Degrado senza fine al parcheggio dell’ospedale, Morini deposita interpellanza

Redazione

Degrado senza fine al parcheggio dell’ospedale, Morini deposita interpellanza

Il capogruppo di Tiferno Insieme "Oltre alla mancata manutenzione, l'ingresso riparato è sempre bloccato da auto e segnali e divieti non vengono rispettati"
lunedì, 18/11/2019 - 10:03

Condividi su:


Degrado senza fine al parcheggio dell’ospedale, Morini deposita interpellanza

Complici i recenti eventi atmosferici, appare sempre più evidente la situazione di degrado in cui versa il parcheggio dell’ospedale di Città di Castello, pieno di buche e pozze d’acqua. Anche l’ingresso riparato di carico e scarico degli utenti (nella foto sotto), inoltre, sembra non funzionare a dovere, spesso bloccato da auto che vi parcheggiano irregolarmente. Il tutto è infatti aggravata dal fatto che, troppo spesso, segnali e divieti non vengono rispettati, generando difficoltà di manovra, in uscita ed entrata.

A denunciare tutto ciò è il capogruppo di Tiferno Insieme Nicola Morini, che ha depositato un’interpellanza sulla questione: “Il parcheggio e l’ingresso dell’ospedale – dice – debbono costituire un sistema funzionale alla corretta e veloce regolazione dei flussi di utenti e ambulanze. A questo fine anche il verde attiguo può costituire un elemento importante per rendere più vivibile e accogliente un servizio fondamentale per la comunità. Viceversa anche questo elemento pare essere escluso e perimetrale rispetto al contesto ospedaliero”.

Il consigliere di opposizione, sollevando il problema, chiede di sapere “il perché della puntuale mancanza di manutenzione di questi luoghi e, inoltre, di chi sia la competenza circa il controllo del rispetto di segnali stradali e divieti”. Morini, infine, sollecita anche “l’opportunità di un ripensamento e una riprogettazione dell’intero sistema dei parcheggi, dei flussi di traffico e pedoni, dell’ingresso coperto e del verde.


Condividi su:


Aggiungi un commento