DEBUTTO DELLA STAGIONE DI PROSA - Tuttoggi

DEBUTTO DELLA STAGIONE DI PROSA

Redazione

DEBUTTO DELLA STAGIONE DI PROSA

Sab, 13/10/2007 - 10:02

Condividi su:


DEBUTTO DELLA STAGIONE DI PROSA

Sarà il “Moby Dick” diretto da Antonio Latella con protagonista Giorgio Albertazzi ad aprire domenica 14 ottobre al San Nicolò (ore 21) la stagione di Prosa 2007/2008 a Spoleto organizzata dal Teatro Stabile dell'Umbria e dal Comune di Spoleto.

La produzione del “Moby Dick”, una delle più attese della scena teatrale italiana, segna una avventura per il Teatro Stabile dell'Umbria che in questa stagione presenta insieme al Teatro di Roma uno spettacolo di particolare interesse e fascino, tratto dall'avvincente romanzo di Herman Melville. Nei panni del protagonista un grande mattatore della scena, un uomo che da sempre incarna il mito del primo attore, Giorgio Albertazzi, che per la prima volta, dopo averne apprezzato i lavori, incontra Antonio Latella come regista. In scena anche Marco Foschi, giovane e riconosciuto talento emergente del teatro italiano, insieme a una numerosa e affiatata compagnia di attori.

La versione scenica del “Moby Dick” diretta da Antonio Latella si basa sull'elaborazione drammaturgica di Federico Bellini. Sul palcoscenico oltre ad Albertazzi e a Foschi recitano Emiliano Brioschi, Marco Cacciola, Timothy Martin, Giuseppe Papa, Fabio Pasquini, Annibale Pavone, Enrico Roccaforte e Rosario Tedesco. I costumi sono di Gianluca Falaschi, le luci di Giorgio Cervesi Ripa, il suono di Franco Visioli

Sono otto gli spettacoli che caratterizzano il cartellone e che si svolgeranno in tre diversi teatri della città, il Nuovo, il Caio Melisso e il Chiostro di San Nicolò. Oltre al “Moby Dick” al San Nicolò sono da segnalare il debutto di “Otello” (sabato 10 novembre), nuovo spettacolo di Giancarlo Sepe con Andrea Giordana al Teatro Nuovo, di nuovo palcoscenico della stagione di prosa dopo la lunga pausa per lavori di restauro. Al Caio Melisso invece verrà presentato il 16 febbraio, in esclusiva per l'Umbria, uno degli spettacoli cult della nuova generazione che sta animando il teatro italiano: “Michele di Sant'Oliva” per la regia di Emma Dante. Prestigiosa la presenza di Marco Paolini che, per la prima volta a Spoleto, con lo spettacolo di chiusura della Stagione “Il Sergente” (giovedì 20 marzo al Nuovo) presta la sua straordinaria arte di narratore al romanzo di Mario Rigoni Stern “Il Sergente della Neve”. Tra le altre proposte in cartellone: “Il Sorriso di Daphne”, pluripremiato spettacolo nobilitato dalla straordinaria interpretazione di Vittorio Franceschi (il 25 ottobre al Nuovo), Leo Guolotta che si confronta con Pirandello in “L'uomo, la bestia e la virtù” (il 3 dicembre al Nuovo), il “Gastone” di Petrolini con Massimo Venturiello e Tosca (il 18 gennaio sempre al Nuovo) e “Tutta Colpa di Garibaldi” con Gioele Dix per la regia di Sergio Fantoni (il 24 febbraio al Nuovo).

Informazioni: È disponile un servizio di navetta gratuito per raggiungere il San Nicolò. Partenza dal parcheggio dell'ospedale San Matteo dalle 20 alle 20 e 45 con il ritorno a fine spettacolo

I biglietti sono disponibili i giorni dello spettacolo dalle ore 16 presso il botteghino del San Nicolò (0743.235093) oppure sono prenotabili al Botteghino Telefonico regionale tutti i giorni feriali dalle 16 alle 19 (tel. 075 57542222). È possibile acquistare i biglietti mediante carta di credito o prenotarli ritirandoli mezz'ora prima dell'inizio dello spettacolo. Il costo dei biglietti per la platea, il posto palco platea centrale e il posto palco I° ordine centrale è di 18 euro. 14 euro per il posto placo platea laterale, il I° ordine laterale, il II° e III° ordine centrale. Costa 8 euro il biglietto per il palco di II° ordine laterale, per il III° ordine laterale e per la galleria.


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!